Home > Ultima ora politica > Bike festival. La rivolta degli operatori di spiaggia per la mancanza di parcheggi

Bike festival. La rivolta degli operatori di spiaggia per la mancanza di parcheggi

Scoppia la protesta degli operatori di spiaggia della zona piazzale Fellini e lungomare Tintori. Il bike festival, che si sta svolgendo in questi giorni, ha portato alla pedonalizzazione dell’intera area e la conseguente impossibilità di utilizzare i parcheggi o di poter arrivare in spiaggia con lo scooter. Marzia Semprini del bagno 15, denuncia questo disagio con un post su Fb.

“Questa mattina all”addetto alla sicurezza del bike festival ho chiesto perchè hanno chiuso ancora di più davanti alla strisce pedonali per l’ingresso alla spiaggia e mi ha riferito che queste sono le parole del Sindaco Andrea Gnassi : “gli operatori balneari e tutti i Riminesi si devono abituare all’Isola pedonale davanti alle spiagge”.

Ok ma se anche fosse abbiamo diritto ad un parcheggio alternativo auto ,moto e biciclette parcheggi per disabili e poi all’accesso al mare con strisce pedonali ,al passaggio ambulanza, al carico e scarico anche perchè non esistono solo gli albergatori e i turisti ma esistono anche i Riminesi che hanno pagato ombrellone stagionale! Viale Vespucci è un casino gli eventi vanno fatti con criterio responsabilità e buon senso non a discapito di tutti.”

La richiesta di molti operatori della zona è quella di realizzare nuovi parcheggi prima di chiudere il lungomare da piazzale Fellini a Piazzale Kennedy con i nuovi arredi.

Foto dalla pagina Fb di Marzia Semprini

Ultimi Articoli

Scroll Up