Home > Eventi Cultura e Spettacoli > Bologna: arriva il Giappone di Hokusai e della sua onda

Bologna: arriva il Giappone di Hokusai e della sua onda

Il Museo Civico Archeologico di Bologna, fino al 3 marzo 2019, ospiterà le opere dei due più grandi Maestri del “Mondo Fluttuante”: Katsushika Hokusai (1760 – 1849) e Utagawa Hiroshige (1797 – 1858).

La mostra HOKUSAI HIROSHIGE. Oltre l’onda espone, per la prima volta in Italia, una selezione straordinaria di circa 250 opere provenienti dal Museum of Fine Arts di Boston. Il progetto, suddiviso in 6 sezioni tematiche, curato da Rossella Menegazzo con Sarah E. Thompson, è concepito come un proseguimento delle iniziative avviate nel 2016 per il 150° anniversario delle relazioni bilaterali Italia-Giappone, che hanno visto Bologna Milano e Roma ospitare mostre sull’arte nipponica.

Gli anni trenta dell’Ottocento segnarono l’apice della produzione ukiyoe nota come “immagini del Mondo Fluttuante”. In quel periodo furono realizzate le serie silografiche più importanti a firma dei maestri che si confermarono anche successivamente – dopo l’apertura del Paese – come i più grandi nomi dell’arte giapponese in Occidente. Tra questi spiccò da subito Hokusai, artista e personalità fuori dalle righe che seppe rappresentare con forza, drammatica sinteticità i luoghi e i volti, oltre che il carattere e le credenze della società del suo tempo. Egli è considerato uno dei più raffinati rappresentanti del filone pittorico dell’ukiyoe. Nei suoi dipinti su rotolo, ma soprattutto attraverso le sue silografie policrome l’artista seppe interpretare in modo nuovo il mondo in cui viveva, con linee libere e veloci, un uso sapiente del colore e in particolare del blu di Prussia (da poco importato in Giappone), traendo spunto sia dalla pittura tradizionale autoctona sia dalle tecniche dell’arte occidentale.

HOKUSAI HIROSHIGE. Oltre l’onda è una produzione MondoMostre Skira con Ales S.p.A Arte Lavoro e Servizi in collaborazione con il Museum of Fine Arts di Boston, promossa dal Comune di Bologna | Istituzione Bologna Musei e patrocinato dall’Agenzia per gli Affari Culturali del Giappone, dall’Ambasciata del Giappone in Italia e dall’Università degli Studi di Milano.

Edoardo Bassetti

Scroll Up