Home > Ultima ora sport > Calcio Femminile Riccione: “Nessuno ci ha chiesto una fusione con Rimini”

Calcio Femminile Riccione: “Nessuno ci ha chiesto una fusione con Rimini”

L’ASD Femminile Riccione replica al comunicato della Femminile Rimini Calcio, «cercando di fare un po’ di chiarezza su quanto scritto».

«Riteniamo – scrive la società riccionese – che non spetti a noi come società dare risposte in riferimento agli incontri effettuati fra Rimini Fc e Rimini Calcio Femminile, in quanto non presenti dunque non al corrente del perché le cose siano andate in una certa direzione. Quello che possiamo e vogliamo fare sono delle riflessioni su quanto scritto in riferimento alla nostra realtà calcistica. Comprensibili l’amarezza e la delusione, ma al tempo stesso non condivisibili pensieri e parole. Vorremmo cominciare dalla frase finale del comunicato, “Che piaccia o no a qualcuno, a Rimini esiste già una squadra di calcio femminile che ne rappresenta i colori e che li difende da prima che altri si presentassero alle porte dello Stadio. Ed è la Femminile Rimini Calcio”».

«ll fatto che nella città di Rimini ci sia una squadra femminile, secondo noi, non ne autorizza l’esclusività sullo stesso territorio e di fare attività, nessuno di noi vuole togliere a voi la vostra realtà o denudarvi della maglia del Rimini. A questo proposito una precisazione: alla FEMMINILE RICCIONE non è MAI stato chiesto di fare una fusione con la FEMMINILE RIMINI da nessuno e che comunque non sarebbe mai stata presa in considerazione. Questo perché non è nostro intento far sparire (noi o voi) una società femminile, anzi più squadre ci sono meglio è, rimarcando la nostra volontà di dare ossigeno al calcio femminile in ogni sua forma o maglia perché crediamo in questo movimento».

«Inoltre abbiamo avuto modo negli anni di parlare e confrontarci e abbiamo modi di gestire, programmare, pensare diversi, ciò non comporta che sia sbagliato il vostro e giusto il nostro, semplicemente differenti e non ci sarebbero i presupposti per iniziare una collaborazione tra prime squadre. La cosa che più delude è quando scrivete che non avreste mai immaginato di vedere un giorno il logo del Riccione unito alle maglie a scacchi biancorosse, ebbene stiamo parlando di bambine, a cominciare alla bambina del manifesto che ha la maglia del Rimini ed un grande sorriso che parla da solo. Quella piccola calciatrice svolge da due anni attività a Riccione e vi posso garantire che quell’espressione e quel sorrisetto non ci è nuovo, lo indossa tutte le volte che viene al campo, che calcia un pallone anche se ha una maglia diversa».

«”CRESCERE INSIEME, LA NOSTRA VITTORIA” abbiamo scritto perché crediamo sia possibile, perché vogliamo dare la possibilità a bambine, ragazze, a tutte coloro che ne abbiamo voglia di praticare il gioco del calcio. Precisiamo anche che la collaborazione con il RIMINI riguarda solo ed esclusivamente un progetto legato a bambine che auspichiamo un domani giocheranno a Rimini, Riccione.. chissà. Quando decidiamo di fare un qualcosa non lo facciamo per fare un dispetto a qualcuno, ma perché pensiamo e riteniamo sia importante per quello che ci sta a cuore, l’incontro con i dirigenti biancorossi, la loro ambizione, professionalità e disponibilità unita alla nostra passione ed esperienza, in sinergia con le nostre numerose ragazze, pensiamo possa essere una miscela importante. Concludiamo facendovi un grosso in bocca al lupo per il campionato alle porte e che riusciate a portare in alto i colori della vostra città. Il calcio femminile sta crescendo in questi anni ed il merito penso sia di tutti coloro che si adoperano attraverso sacrifici e passione, quindi voi come noi. Chiudiamo sottolineando che al di là del progetto bambine, anche noi teniamo alla nostra amata città, vogliamo portare RICCIONE il più in alto possibile e proprio in questi giorni abbiamo pianificato con Sindaco ed altre società del territorio proprio per andare tutti nella stessa direzione…RICCIONE, RICCIONE …anzi ben venga un derby che da un punto di vista sportivo è solo stimolante, ognuno con la propria città, i propri colori,ma quando l arbitro fischia la fine dell’ incontro i colori, le maglie e le mani si possono incrociare secondo noi. Spazio dunque al rettangolo di gioco, non ci saranno ulteriori comunicati da parte della Riccione Calcio Femminile, a far parlare preferiamo siano le nostre giocatrici appunto sul campo».

ASD FEMMINILE RICCIONE

Ultimi Articoli

Scroll Up