Home > Ultima ora cronaca > Cambio al vertice dei carabinieri di Rimini. Maggiore Giuseppe Manichino subentra a Maurizio Petrarca

Cambio al vertice dei carabinieri di Rimini. Maggiore Giuseppe Manichino subentra a Maurizio Petrarca

Il maggiore Maurizio Petrarca è stato trasferito a Frosinone e quindi guiderà il nucleo operativo a Rimini il maggiore Giuseppe Manichino.

Sposato e padre di una bambina arriva a guidare il nucleo operativo di Rimini venendo da Siena, dove ha diretto il nucleo investigativo e ha svolto missioni all’estero.

Dal 1991 al 1996, quale sottufficiale dell’Arma presta servizio in varie località della provincia di Reggio Calabria, sia con l’incarico di Sottufficiale in sottordine alla Stazione che di Capo – equipaggio di Nucleo Operativo e Radiomobile. Nel marzo del 1996, viene trasferito al Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri in Roma, per l’impiego presso il II Reparto come addetto.
Dal settembre 2000 al gennaio 2001 viene impiegato nella missione NATO – MSU in Sarajevo (Bosnia Erzegovina). Viene promosso Sottotenente dei Carabinieri nel luglio del 2002 e quindi, da ottobre 2002 a luglio 2003, frequenta il 41° corso Applicativo presso la Scuola Ufficiali dell’Arma CC. Nel settembre 2003, terminato il corso applicativo, viene destinato alla Regione Carabinieri “Toscana” per assumere l’incarico di Comandante di Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Siena.

Dal luglio 2007 al gennaio 2008 viene impiegato nuovamente impiegato nell’area balcanica nell’ambito della missione IPU – EUFOR in Sarajevo (Bosnia Erzegovina). Dal settembre 2010 al mese di agosto 2015 assume l’incarico di Comandante di Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Siena, svolgendo in quel periodo, in contemporanea e per diversi mesi, anche quello di Comandante di Reparto Operativo pro tempore.
Dal 7 settembre 2015 al 27 settembre 2019 ha svolto l’incarico di Comandante della Compagnia Carabinieri di Città di Castello, in provincia di Perugia. Il Comandante provinciale Giuseppe Sportelli, nel formulare gli auguri di buon lavoro al Maggiore Manichino alla guida del Nucleo Investigativo salito alla ribalta delle cronache locali e nazionali per le sue indagini di qualità, ha ricordato l’eredità importante lasciata dal Maggiore Petrarca.

Scroll Up