Home > Primo piano > Camorra a Rimini, l’appello del Procuratore Amato: “Troppa omertà, denunciate le estorsioni”

Camorra a Rimini, l’appello del Procuratore Amato: “Troppa omertà, denunciate le estorsioni”

L’operazione condotta dai Carabinieri di Rimini nell’ambito delle indagini condotta dalla Procura di Rimini e da quella di Bologna merita un plauso particolare. Ma ci aspettavamo di più dalla società civile e dalla cittadinanza”. A margine della conferenza stampa tenutasi oggi al Comando Provinciale dei Carabinieri di Rimini sugli arresti dei componenti di due cellule locali camorristiche il Procuratore della Direzione Distrettuale Antimafia della Procura di Bologna Giuseppe Amato ha rivolto un appello a cittadinanza e imprenditori.

Chiunque sia stato vittima di estorsione o comportamenti illeciti non abbia paura: denunci alle forze dell’ordine”, ha poi concluso il procuratore.

L’operazione odierna dei Carabinieri è stata condotta nell’ambito dell’inchiesta che sgominato due cellule camorristiche autonome che si erano radicate a Rimini negli ultimi anni. In particolare le due associazioni a delinquere erano entrate in conflitto tra di loro per il dominio territoriale delle attività malavitose nel riminese.

Scroll Up