Home > Cronaca > Cannabis light a Cattolica, Weed You: “I contrari? Pochissimi”

Cannabis light a Cattolica, Weed You: “I contrari? Pochissimi”

A Cattolica, da qualche mese, è aperto un negozio di Cannabis light e infiorescenze di Canapa a contenuto legale di THC. Un luogo in cui trovare tutti i derivati dalla pianta della Canapa: da quelli alimentari come la pasta alle creme per il viso e così via. Da gennaio 2018 sono state aperte 400 attività come questa in tutta Italia, all’incirca parliamo di otto città su dieci in cui sono presenti questi negozi. L’Emilia Romagna si trova al secondo posto con 54 esercizi, mentre la Lombardia è prima a 67. Ad aprire questo punto vendita “Weed You”, sono stati Monica Donati (31 anni), di Cattolica ed Elia Zappa (27 anni), di Misano Adriatico. Abbiamo domandato a Monica il perché si è lanciata in questo business.

Elia Zappa e Monica Donati

Monica, perché avete deciso di aprire questa attività?

«Il tutto è nato da un’idea mia e del mio socio Elia. Abbiamo scoperto tutti i benefici della canapa e volevamo farli conoscere agli altri».

C’è qualcun altro che vi dà una mano in negozio?

«Abbiamo una ragazza che ci aiuta qualche ora a settimana».

Parlami dei prodotti che vendete…

«Abbiamo prodotti alimentari come pasta, piadina, olio, farina, tisane, birre, biscotti, cioccolata, ma anche creme cosmetiche per il viso e corpo e creme per dolori muscolari e traumi tutte vegane, biologiche e non testate sugli animali».

Quali sono i più richiesti?

«Sono senz’altro le infiorescenze di Cannabis Light e gli oli di CBD (componente naturale contenuto nella canapa, il quale non presenta proprietà psicoattive bensì terapeutiche tra cui la capacità di rilassare il corpo ndr). Le infiorescenze sono per lo più di produzione svizzera e olandese, tutte legalmente vendibili ad uso tecnico con valori di THC inferiori allo 0,6%, quindi nessuno sballo.
Sono molte le qualità presenti nella nostra attività, fino ad ora ne contiamo più di 20, variano le profumazioni che possono essere dolci, agrumate, intense e delicate e varia la percentuale di CBD.
Gli articoli ad uso alimentare invece sono tutti a base di farina di canapa, prendiamo la pasta, per esempio, la si ottiene unendo la farina di canapa alla farina di grano duro in percentuali variabili, che solitamente oscillano da un 10% ad un 30%. L’ottima concentrazione e qualità di grassi omega 3 e 6 così come la presenza di tutti gli aminoacidi essenziali, rende questa particolare pasta tra le più interessanti in ambito salutistico».

Che tipo di persone si rivolgono a voi?

«Il target di età che si rivolge a noi è molto vario, sicuramente non è mai inferiore alla fascia di età compresa tra i 28-30 anni, talvolta abbiamo anche clienti over 60.
Parliamo maggiormente di padri/madri di famiglia, che dopo una faticosa giornata lavorativa cercano il loro momento di relax, persone che hanno voglia di sentire un nuovo gusto nelle loro cucine o semplicemente di persone che, fiduciose delle numerose proprietà della canapa, provano e utilizzano i prodotti come oli di CBD per combattere ansia o alleviare mal di schiena e contratture».

Quando avete aperto questa attività, avete incontrato il favore della gente oppure no? Che cosa hanno detto i cattolichini?

«Quando è stato aperto il negozio, ovviamente era “la novità” e lo è ancora, ma possiamo dire che è stata accolta molto bene da tutti e all’inaugurazione erano presenti anche dei rappresentanti del Comune di Cattolica. Le persone contrarie sono veramente poche, anche perché appena scoprono tutte le proprietà benefiche della canapa cambiano idea».

Secondo te, in futuro, apriranno altri negozi come il vostro a Cattolica?

«Nell’ultimo anno c’è stato un boom di esercizi di questo tipo; poi però un mercato in piena espansione ha rallentato il suo sviluppo a causa della “zona grigia” legislativa in cui si trova, poiché non è ancora chiara la destinazione d’uso delle infiorescenze di canapa. Tutto questo può spaventare, ma confidiamo nello sviluppo di questo prodotto e dell’utilizzo di cose naturali per la cura della persona, quindi portiamo avanti la nostra idea con passione senza dare troppo peso a parole prive di significato. Magari risponderemo a questo rallentamento del mercato aprendo altri punti vendita WeedYou».

Nicola Luccarelli

Ultimi Articoli

Scroll Up