Home > Ultima ora economia e turismo > Cannabis: un settore in crescita. Ecco le azioni su cui è possibile investire

Cannabis: un settore in crescita. Ecco le azioni su cui è possibile investire

Fino ad un po’ di tempo la cannabis non era ben vista agli occhi dei consumatori ed erano poche quelle aziende che erano presenti in borsa. Il mercato azionario sta attirando sempre più investitori, anche a livello internazionale, questo perché l’opinione pubblica sta decisamente cambiando, specialmente in seguito alla storica legalizzazione della cannabis in diversi paesi occidentali, Italia compresa. Al giorno d’oggi, quindi, investire sulla cannabis terapeutica è un’azione del tutto legale e anche abbastanza redditizia.

Si stima che già nel 2017 la produzione di cannabis contava 16 miliardi di dollari e oggi il mercato della marijuana medica è sempre in crescita. In particolare, in Italia gli esercizi commerciali che si occupano della vendita di cannabis legale sono aumentati del 75% nel 2018, con un incremento di ben 305 negozi.


Se si ha intenzione di investire sulle azioni Cannabis, la soluzione migliore è sicuramente CannabisCare CopyPortfolio, uno strumento messo in campo dalla piattaforma di eToro, il più grande network di social trading al mondo. Ma come capire quali siano le società migliori e più sicuri sulle quali investire? Ecco le aziende principali nel settore della cannabis.


Aurora Cannabis

Sicuramente questa è una delle società di produzione di cannabis più redditizie. La società canadese di Edmonton, che è quotata alla borsa di Toronto, conta ben 8 stabilimenti e 5 licenze, grazie alle quali riesce a vendere cannabis ed ad operare in 18 paesi. La Aurora Cannabis Inc. ha una produzione che ammonta a cinquecento chili all’anno, i quali le procurano un fatturato abbastanza notevole. La sua produzione è cresciuta notevolmente, con stabilimenti oggi diffusi in molte zone d’Europa, anche grazie al fatto che nel 2014 ha ottenuto la licenza di produrre cannabis medica.


Canopy Growth

È una compagnia con sede in Ontario, il cui nome iniziale era Tweed Marijuana Inc. Questa società è stata fondata nel 2013 ed oggi è la numero uno al mondo in materia di produzione di cannabis. L’azienda è stata una delle prime ad aver avuto la licenza a produrre cannabis in Nord America. La Canopy Growth è stata la prima ad essere stata quotata allo Stock Exchange di Toronto e in seguito, nel 2018, anche alla borsa di New York. Oggi quindi per questa azienda si prospettano grandi crescite a livello economico e azionistico, anche per le novità che questa porta sul mercato.

Aphria

Questa è una delle aziende di produzione della cannabis più giovani (infatti, è stata fondata solamente nel 2014) e quindi anche una con le più alte opportunità di crescita. In poco tempo, quindi, è riuscita a fare passi da gigante: per prima è stata anch’essa quotate alla borsa di Toronto, con un capitale di 3 miliardi di dollari. In seguito, nella primavera del 2017, la società ha annunciato una strategia espansionistica per farsi spazio anche nel mercato statunitense.

Nel 2018, invece, si è dedicata al mercato internazionale annettendo a sé alcune società di cannabis del Sud America; oggi la compagnia ha anche un business molto solido e consolidato anche in Europa e in paesi come la Germania e anche l’Italia.

Hai sempre sognato di voler fare affari con la cannabis? Beh, allora oggi è possibile investire nelle azioni, proprio come hanno fatto Brendam Kennedy, Michail Blue e Cristian Groh, tre investitori che hanno ottenuto il successo acquistando, tra l’altro, il 45% la società canadese Tilray, specializzata nella coltivazione e nella vendita di cannabis legale.

Scroll Up