Home > Ultima ora cronaca > Carabinieri Novafeltria, multato un circolo ricreativo e un 52enne per aver violato il coprifuoco

Carabinieri Novafeltria, multato un circolo ricreativo e un 52enne per aver violato il coprifuoco

Continuano i controlli da parte dei Carabinieri della Compagnia di Novafeltria. Controllati per il rispetto delle misure di prevenzione e contenimento dell’emergenza Covid-19  4 esercizi pubblici: di questi uno è stato sanzionato. Sono 2 le contravvenzioni elevate per inottemperanza ai decreti anti-covid,  29 i veicoli controllati e 45 le persone identificate.

In particolare, i Carabinieri della Compagnia di Novafeltria, hanno sanzionato il responsabile di un circolo ricreativo sito a Novafeltria poiché non ottemperava all’obbligo di chiusura della citata attività, proseguendo la somministrazione di bevande al banco a due avventori presenti al momento del controllo.  Al titolare gli veniva comminata la sanzione amministrativa pari ad Euro 400.00 ai sensi del disposto di cui all’art. 4, comma 1, del D.L. n. 19/2000, conv. L. n. 35/2000 e nel contempo veniva avanzata alla competente Autorità la richiesta della chiusura provvisoria dell’esercizio.

Due sono stati, invece, gli automobilisti sorpresi inottemperanti alle disposizioni anti-covid che riguardano di divieto di spostarsi dallo ore 22 alle 5 del mattino, salvo comprovati motivi di lavoro, necessità o salute. Tra questi spicca un 52enne, domiciliato a Pennabilli, trovato in orario notturno, a bordo della sua W Golf lungo la Marecchiese, che fermato all’alt dai militari riferiva che seppur al corrente delle disposizioni in merito agli spostamenti serali, aveva deciso di farsi una passeggiata. Lo stesso, veniva sanzionato e rimandato a casa.

Nell’ambito dei controlli alla circolazione stradale, inoltre, la locale Aliquota Radiomobile ha sanzionato un cittadino marocchino 38enne, residente in Novafeltria, sorpreso alla guida della sua Seat Alhambra,  in località Poggio Berni del comune di Poggio Torriana, con la patente in corso di validità rilasciata dalle Autorità del Marocco, senza aver richiesto la prevista conversione nonostante fosse nel territorio dello Stato Italiano da oltre un anno. L’uomo è stato contravvenzionato e la patente è stata ritirata.

Scroll Up