Home > La puèšia ad Muratori > Carnèvèl sla maschèrina

Mè a vòj véda burdèl,
cus ch’a fém per Carnèvèl,
a sém te mèz dla pandèmia,
tóta la vòja las va via.

Ch’jè ch’e’ pèinsa da balè,
sa tótt i pusitiv ch’u jè?
St’ fè un tango da strèt,
ui vò pòc che ta t’infèt!

A balém da la paura,
che se l’omicroun e’ dura,
u se dà e’ Carnèvèl,
sla tachipirina a quintèl.

Ch’us pièša o ch’un si pièša,
a balém sla möj at cheša,
l’è comunque un bal fint,
cmè zughè a brèscla ad gnint.

S’ as vlésme maschèrè,
an savrèsme du ch’andè,
ènca se Super Green Pas,
un s’và in piaza a fè cias.

La maschèrina is la dà,
se còdic ëffe-ëffe-pi-dä,
sa quèla a sém tna bòta ad fèr,
maschèrèd da palumbèr.

A fém Carnèvèl zét zét,
sal fritèli e si fiuchét,
s’una muliga ad spumènt,
per cum ch’la va l’è tènt.

A sém mès cum ch’a sém mès,
però bšägna cuntèntès,
la baldòria a la fém pjó avènti,
adèss us täca stè tènti!

Ivano Aurelio Muratori

CARNEVALE CON LA MASCHERINA

Io voglio vedere ragazzi,/ cosa facciamo per Carnevale,/ siamo nel mezzo della pandemia,/ tutta la voglia ci va via.

Chi pensa di ballare,/ con tutti i positivi che ci sono?/ Se fai un tango stringendo,/ ci vuol poco che t’infetti!

Balliamo dalla paura,/ che se l’omicron dura,/ ce lo dà il carnevale,/ con la tachipirina a quintali.

Che ci piaccia o non ci piaccia,/ balliamo con la moglie in casa,/ è comunque un ballo finto,/ come giocare a briscola di niente.

Se ci volessimo mascherare,/ non sapremmo dove andare,/ anche con il Super Green Pass,/ non si va in piazza a far chiasso.

La mascherina ce la danno,/ con il codice effe-effe-pi-due,/ con quella siamo in una botte di ferro,/ mascherati da palombari.

Facciamo Carnevale zitti zitti,/ con le frittelle e i fiocchetti,/ con un pochino di spumante,/ per come va è tanto.

Siamo messi come siamo messi,/ però bisogna accontentarsi,/ la baldoria la facciamo più avanti,/ adesso ci tocca stare attenti.

Ultimi Articoli

Scroll Up