Home > Ultima ora economia e lavoro > Caro bollette, Croatti (M5S): “Federconsumatori? Strumentalizzazione politica, il Governo si muove”

Caro bollette, Croatti (M5S): “Federconsumatori? Strumentalizzazione politica, il Governo si muove”

Il Senatore pentastellato Marco Croatti risponde al comunicato in cui Federconsumatori (leggi qui la notizia) accusava i parlamentari locali di non aver ascoltato le perplessità avanzate a seguito di un incontro diretto con onorevoli e senatori cui veniva chiesto l’impegno di intervenire in merito al tema degli oneri di sistema, per l’associazione “vere e proprie tasse occulte incluse in bolletta“. Per Federconsumatori sarebbe infatti opportuno un taglio da applicare a questi oneri.

Ho letto con un certo dispiacere e non senza stupore le critiche che Federconsumatori ha inviato alla stampa per accusare indistintamente i parlamentari locali di essersi disinteressati al problema del caro bollette e delle istanze che ci sono state presentate dalla stessa associazione in occasione di un incontro avvenuto solo pochissime settimane fa. Ho infatti incontrato il Presidente di Federconsumatori i primi giorni di marzo e in un incontro che ritengo cordiale e costruttivo, ho garantito la massima attenzione verso le difficoltà di cittadini e imprese nel pagamento delle bollette. Qualcuno forse crede che un aspetto complicato e annoso come questo, con promesse disattese da tutti i governi precedenti, si possa risolvere in pochi giorni? Lo spiacevole sospetto di avere a che fare con una strumentalizzazione politica sotto elezioni non può non sorgere. Spero ovviamente si tratti solo una impressione sbagliata.

L’attenzione del Governo Conte verso i più deboli e le misure fortemente volute dal Movimento 5 stelle a favore delle famiglie come il reddito di cittadinanza, che comincia a dare risultati molto soddisfacenti, sono sotto gli occhi di tutti. Nel merito della questione delle bollette segnalo che il governo si sta muovendo in modo molto incisivo per trovare soluzioni sulle componenti delle bollette: consumi e tassazione. Ad esempio abbiamo incardinato un affare assegnato nella mia commissione di appartenenza Industria, Commercio e Turismo, per una risoluzione per il mercato energetico infragiornaliero: una importante modifica alle contrattazioni energetiche per ridurre il ricorso al MSD (mercato servizi dispacciamento), il cosiddetto ‘mercato di emergenza’ che ha prezzi 10/20 volte più alti e che incide profondamente sui costi in bolletta. Questa risoluzione potrà portare consistenti risparmi per i cittadini e maggiore competitività per le aziende.

Riguardo alla tassazione proprio qualche giorno fa, il 29 aprile, sono intervenuto in aula in Senato, durante una discussione su questo tema, invitando maggioranza e governo a proseguire con forza l’azione di sostegno alle famiglie italiane che si trovano in situazione di grave disagio, andando ad aggredire proprio le pesanti voci che compongono le bollette. Ho avuto conferma che il Governo e il Ministero dell’economia hanno nel mirino anche questo obiettivo. Perchè non è accettabile che oltre 9 milioni di italiani (dati Istat) si trovino in una situazione di povertà energetica tale da non potersi permettere di riscaldare la propria abitazione. In soli 11 mesi questo Governo ha dimostrato grande attenzione verso le difficoltà delle famiglie. Intendiamo proseguire su questa strada: ridurre le disuguaglianze, le iniquità e rimuovere gli ostacoli economici e sociali che impediscono a tanti cittadini di guardare al futuro con ottimismo e fiducia. Assolutamente nessuna intenzione di ‘tacere’ o di ‘nascondersi’ su questi temi come insinua Federconsumatori”.

Ultimi Articoli

Scroll Up