Home > Cronaca > Casello Rimini Sud chiuso e sulle strade è subito caos

Casello Rimini Sud chiuso e sulle strade è subito caos

Rimini Sud chuso ed è subito caos. Alle 6 di questa mattina Società Autostrade ha abbassato le sbarre del casello; come aveva annunciato, sono necessari lavori al cavalcavia della rampa di accesso. Lavori che dureranno fino alle 23 di domenica 20 giugno. Se tale è l’assaggio, per i conducenti di Rimini o che vi transitano questi 13 giorni si preannunciano complicati.

Lunghissime file di veicoli si sono infatti subito formate sulla nuova circovallazione in direzione nord e poi, sempre più dense, sulla SS 16 verso il casello di Rimini Nord. Pattuglie dei vigili urbani hanno presidato le rotatorie principali, cercando almeno di evitare che si intasassero anche quelle.

Una situazione che è andata avanti tutta la giornata, con inevitabili ripercussioni anche sulle strade laterali. In particolare sulla SS 16 in parecchi, vista la mala partita, si sono avventurati per vie traverse come San Martino in Riparotta e Orsoleto, cercando di aggirare il grosso dell’ingorgo, oppure hanno imboccato la via Emilia verso Santarcangelo, che a sua volta ha dovuto sostenere una bella mole di traffico.

Giovedì prossimo il comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica in progralla nella Prefettura di Rimini si occuperà anche di questa che si sta prospettando come una vera emergenza per il territorio provinciale. E fra amministratori e funzionari non mancano malumori per una decisione di Società Autostrade a quanto pare non concordata in precedenza e comunicata con un anticipo risicato.

Colonna alla rotatoria di via Tolemaide per accedere al casello di Rimini Nord

Per fronteggiare la situazione, Società Autostrade aveva previsto: “Nei pressi dello svincolo di Rimini Sud dalle 7.00 alle 14.00 personale dedicato al pattugliamento ed informazione all’utenza. Nelle fasce orarie caratterizzate da maggiori flussi di traffico (7:00-13:00 e 16:00-20.00) un rafforzamento della stazione Rimini Nord con l’apertura di un ulteriore ingresso manuale”.

Riguardo i lavori, l’ente gestore aveva spiegato che si erano resi necessari – in questo periodo dell’anno, proprio quando orami sono venute meno le limitazioni agli spostamenti a causa del covid – per permettere “le attività di manutenzione del cavalcavia che sovrappassa la SS72 di San Marino, tra la Strada Statale e il piazzale esterno della stazione”.

“Il cronoprogramma dei lavori, avviati il 26 maggio, sulla base degli esiti di ispezioni approfondite condotte periodicamente da società esterne di ingegneria, prevede la finalizzazione della fase di consolidamento dell’infrastruttura per passare alla fase di sollevamento delle campate, necessaria per operare sugli appoggi dell’opera. Per comprimere al minimo la durata dei lavori la Direzione di Tronco di Bologna di Autostrade per l’Italia ha organizzato le attività in modalità intensiva, prevedendo l’impiego di più maestranze, impegnate su turni di lavoro continuativi”.

 

Ultimi Articoli

Scroll Up