Home > Eventi Cultura e Spettacoli > Cattolica, digitalizzazione e rinnovamento al Museo della Regina

Cattolica, digitalizzazione e rinnovamento al Museo della Regina

Con il progetto “Culture del Mare: storie di mare e di marineria”, il Museo della Regina del Comune di Cattolica si aggiudica 39.424 euro per rinnovare l’allestimento della sezione di Marineria, collocandosi al secondo posto nella graduatoria del Bando SSL FLAG COSTA DELL’EMILIA ROMAGNA – Azione 4.b “Integrazione pesca e turismo e cultura delle marinerie” – Intervento 4.B.2 “Allestimento di luoghi che richiamino la cultura delle marinerie: musei e porti musei” (presentato nel dicembre 2020).

Grazie al finanziamento di FLAG, il Museo potrà avviare la digitalizzazione del proprio patrimonio e migliorarne l’accessibilità attraverso l’utilizzo di tecnologie digitali innovative. Il nuovo progetto di allestimento, ideato in collaborazione con lo studio Marchingegno srl, si concentra sulla sala centrale del percorso, dedicata ai saperi della navigazione e alla religiosità dei pescatori. I reperti della cultura materiale saranno così arricchiti da un’installazione multimediale che pone al centro le memorie di diverse generazioni di pescatori raccolte nel 1995 e successivamente fra il 2019 e il 2020 nell’ambito del progetto europeo “Sea People: Past Memories for Sustainable Futures” del programma “European Heritage Stories” edizione 2019 del Consiglio d’Europa e dell’Unione Europea. Il patrimonio documentale esistente sarà ulteriormente arricchito da nuove video-interviste che esploreranno l’esperienza della pesca oggi, le sfide ambientali, le pratiche di pesca sostenibile e i prodotti ittici locali.

Laura Menin, responsabile del Museo della Regina, esprime grande soddisfazione per il risultato raggiunto: “Questo intervento si pone in continuità con il lavoro svolto nell’ambito del progetto ‘Sea People: Past Memories for Sustainable Futures’, grazie al quale sono state aperte nuove chiavi di lettura della Marineria che coniugano le memorie del passato con una riflessione sui temi ambientali e della sostenibilità della pesca. L’installazione renderà accessibile questo straordinario patrimonio immateriale offrendo uno spaccato sul mondo di saperi, pratiche e credenze oggi scomparso, ma anche sulle radicali trasformazioni che l’hanno attraversato dagli anni ’50 fino a oggi”.

Il nuovo allestimento della sezione di Marineria e la selezione dei contenuti multimediali, così come le numerose attività di comunicazione e divulgazione rivolte alle scuole e alla cittadinanza, saranno realizzate in stretta collaborazione con l’archeologo navale Stefano Medas e con il Comitato Tecnico-Scientifico di progetto che include il Prof. Ivan Bargna, Direttore del Corso di Perfezionamento di Antropologia Museale e dell’Arte/Beni Demoetnoantropologici dell’Università di Milano-Bicocca di Milano, M.A.R.E. Soc. Coop – Centro di Ricerca per la pesca e l’Acquacoltura, Cooperativa Casa del Pescatore di Cattolica, Associazione Nazionale Marinai d’Italia di Cattolica.

 

Ultimi Articoli

Scroll Up