Home > Ultima ora politica > Porto di Cattolica: Gennari attacca la Regione, Belluzzi attacca Gennari

Porto di Cattolica: Gennari attacca la Regione, Belluzzi attacca Gennari

“La Giunta Regionale dell’Emilia Romagna per l’anno 2018 ha stanziato zero euro per il mantenimento di idonei fondali nel Porto di Cattolica, ed al momento non vi sono previsioni di bilancio conosciute per il 2019”.  Con queste parole il sindaco di Cattolica Mariano Gennari ha attaccato la Regione Emilia Romagna accusando l’ente di non aver sbloccato i fondi necessari per procedere ai lavori di dragaggio del porto romagnolo.

In una nota Gennari ha ricordato cheCattolica è un porto regionale e la responsabilità del mantenimento di idonei fondali è competenza della Regione Emilia Romagna per il Porto di Cattolica. Come specificato dalla L.R. n.19/1976 art. 9 che nell’incipit recita “La Regione provvede con legge a destinare nel proprio bilancio, per periodi annuali o poliennali, appositi distinti stanziamenti di fondi per” (e continua al comma C) “la manutenzione ordinaria e straordinaria, a proprio totale carico, delle opere, impianti ed attrezzature […], compreso il mantenimento di idonei fondali anche alle imboccature, nei porti regionali”.

In particolare, “è da febbraio 2018 – spiega il Sindaco Mariano Gennari – che il Comune cerca di ottenere i fondi necessari per eseguire i dragaggi minimi indispensabili ed inderogabili per garantire la sicurezza agli operatori portuali. La situazione è al collasso, non potevamo ulteriormente tacere ma dovevamo impegnarci in ogni modo, anche urlando se necessario, affinché fosse data la corretta priorità ed attenzione alle esigenze degli operatori portuali. Adesso bisogna agire velocemente e senza indugi perché ogni giorno che passa è sempre più a rischio l’intera economia portuale”.

La versione di Alessandro Belluzzi, segretario Pd di Cattolica

Di avviso completamente diverso il segretario Pd di Cattolica Alessandro Belluzzi che ha risposto con un attacco diretto al primo cittadino della Regina. “Dopo l’attacco lanciato dal Sindaco Gennari nei confronti della Regione Emilia Romagna per il tema del dragaggio del porto la prima considerazione che mi sento di fare è che le cattive abitudini sono dure a morire “, ha spiegato il segretario – Dico questo sulla base dell’atteggiamento portato avanti dal primo cittadino in questi due anni e mezzo di governo nei confronti di altre amministrazioni o di enti superiori, nella sostanza è riuscito a litigare con tutti, provocando un vero è proprio isolamento della città con enormi danni per la nostra comunità. Questo è il primo dato su cui riflettere e purtroppo inconfutabile”.

“Entrando nel merito della questione non posso che condividere le parole dell’assessore regionale Andrea Corsini che poi sono confermate nei fatti, la Regione non ha assolutamente portato avanti nei confronti di Cattolica un’atteggiamento discriminatorio basti pensare che solo pochi mesi fa ha contributo con 500 mila Euro alla realizzazione del prolungamento del molo di levante”.

“La tesi è confermata se volgiamo lo sguardo anche in altri settori, pochi giorni fa è stato confermato un contributo di 26 mila euro sempre dalla Regione Emilia Romagna per potenziare la rete di ascolto per la difesa delle donne nella nostra città. Il dato vero è che anche l’amministrazione comunale deve fare la sua parte mettendo soldi a bilancio e qui casca l’asino, infatti alla maggioranza grillina piace realizzare iniziative che fanno molta scena e consenso veloce, quasi 200 mila Euro investiti per il Natale, che stanziare risorse per lavori che magari non si vedono ma sono fondamentali per cittadini e operatori economici vedi ad esempio la mancata realizzazione delle fognature nell’area delle vie delle Regioni oppure ora il dragaggio del porto”.

“E’ una sua scelta politica e il sindaco e la sua maggioranza se ne devono assumersene la responsabilità e quindi la devono smettere di dare la colpa agli altri, vedi in questo caso la Regione, oppure alle precedenti amministrazioni, siamo arrivati a metà legislatura e quindi quella lamentela non regge più. Altro dato da evidenziare è che la Regione ha sì finanziato il prolungamento del molo di levante, un progetto che viene dal passato e di conseguenza non merito del Sindaco Gennari, mentre non mi risulta che l’amministrazione abbia colto altre opportunità per migliorare l’area portuale partecipando ad esempio al bando promosso dal Flag Costa dell’Emilia Romagna aperto il Marzo scorso dove invece il comune di Cesenatico, realtà simile alla nostra, è riuscito ad ottenere un contributo di 437 mila Euro”.

“Concludo dicendo che non posso che apprezzare l’apertura dell’assessore Regionale Andrea Corsini nei confronti dei pescatori, sono convinto che si troverà una soluzione e anche in tempi brevi ma non sicuramente grazie all’amministrazione Gennari”.

Scroll Up