Home > Ultima ora politica > Cattolica, le proposte del PD per il turismo e commercio per le elezioni amministrative del 2021

Cattolica, le proposte del PD per il turismo e commercio per le elezioni amministrative del 2021

Il Pd di Cattolica ha avviato un percorso di confronto programmatico in preparazione delle prossime elezioni amministrative del 2021. Nell’ultimo incontro, come riferisce una nota del Partito Democratico si è discusso di Turismo e Commercio

“Ieri sera si e’ svolto il secondo dei tre incontri organizzati dal PD di Cattolica previsti nel mese di Ottobre, aperto ad iscritti e simpatizzanti, per confrontarsi sulla costruzione tematica del programma elettorale in vista delle prossime elezioni amministrative.
Nel precedente incontro i temi affrontati erano stati quelli della Mobilità e dell’Ambiente, ritenuti strategici per definire la nuova visione di città per i prossimi anni, ieri sera il confronto e’ stato invece sui temi del Turismo, Commercio, Pesca, Politiche per il lavoro.
La sintesi delle posizioni espresse dai presenti e’ stata fatta nella relazione finale del Segretario Belluzzi che ha avuto un riscontro positivo all’unanimità.

Per quanto riguarda il tema del turismo e del commercio l’assemblea ha ritenuto di indicare come priorità da affrontare quella legata alla situazione generale dello stato della città. In particolare, si ritiene fondamentale mettere in campo un’ adeguata strategia funzionale al miglioramento del decoro urbano e delle aree verdi (ma non solo), sia volta ad incentivare i privati a riqualificare le loro strutture commerciali e recettive. Priorità, quest’ultima, ritenuta non più procrastinabile, anche in relazione delle conseguenze provocate dalla pandemia provocata dal Covid-19.

In merito alle strutture alberghiere si ritiene, ad esempio, necessario mettere in campo una politica di incentivi funzionali a promuovere interventi di riqualificazione che permettano alle stesse di innalzare la qualità del soggiorno e dei servizi offerti, così da rendere maggiormente concorrenziale Cattolica sul mercato turistico italiano ed internazionale. L’amministrazione comunale potrà proporre delle premialità legate agli strumenti urbanistici, così come sburocratizzare il più possibile le pratiche, incentivando dove possibile gli accorpamenti tra piccole strutture ormai fuori mercato, oppure nel caso di un albergo aperto con al suo fianco uno chiuso, o altrimenti permettere alle piccole strutture di ampliarsi per tornare ad essere più competitivi sul mercato.

In buona sostanza si vuole aiutare e premiare chi investirà nel miglioramento della qualità dei propri servizi.
In ogni caso, queste politiche dovranno essere coordinate con le azioni che il Governo Nazionale e Regionale ha già messo o metterà in campo come ad esempio la politica dei bonus per l efficientamento energetico, l antisismica ect.
Per quanto riguarda, in particolare, gli hotel chiusi da tempo, se non ci sono le condizioni per accorpamenti o riqualificazioni bisognerà lavorare per creare spazi liberi a terra come ad esempio parcheggi, anche multipiano, oppure proporre un cambio di destinazione di uso ma sempre vincolato al settore turistico come residence o case vacanze.
Nel contesto del sistema alberghiero Cattolica ha una particolarità ossia la colonia Ferrarese, quella struttura non può più restare chiusa, la proposta e’ di riqualificarla utilizzando lo strumento dei Condhotel.

Per quanto riguarda il settore del commercio il primo obbiettivo deve essere quello di evitare la chiusura delle attività attualmente aperte. Su questo fronte le prime proposte da mettere in campo vanno nella direzione di dare delle premialità legate alle tassazioni locali ai proprietari dei locali che abbasseranno l’affitto ai propri conduttori. Inoltre è necessario incentivare il commercio online dei piccoli negozi con la previsione, anche in questo caso, di contributi o agevolazioni fiscali per chi indirizzerà i propri investimenti in questa direzione.
Altro obbiettivo e’ quello di riempire nuovamente i tanti, troppi negozi sfitti. Anche in questo contesto la proposta e’ di lavorare su premialità per quei proprietari di locali che decideranno di abbassare il canone di affitto per favorire l’insediamento di nuove attività, così come mettere in campo contributi economici per un periodo di due anni per chi aprirà una nuova attività.
Ad oggi questa proposta e’ già in campo ma solo per un anno: la volontà e’ di ampliarla a due perché il primo anno il contributo serve ad abbattere alcuni costi di partenza ,mentre il secondo dovrebbe dare un po’ di respiro al fine di arrivare ad un terzo anno di vita con un’ attività più strutturata.

Al fine di portare avanti azioni mirate sarà necessario altresì realizzare uno studio sul settore merceologico della città, fatto da dei professionisti del settore, per avere un quadro generale della domanda e offerta necessaria per il contesto cittadino, funzionale a capire se ad esempio certi settori merceologi attualmente presenti sono troppi per le richieste del mercato, così come se ci sono delle lacune da colmare.
Per quanto riguarda azioni più generali legate al tessuto cittadino si ritiene fondamentale un rilancio del Mercato Coperto con la visione di “trasformarlo” come il Mercato delle erbe di Bologna o Centrale di Firenze, dove protagonisti sono attività che producono e vendono prodotti tipici del territorio con possibilità di svolgimento di contestuale attività di ristorazione. L’idea è quella non solo di andare fare la spesa ma di vivere un’esperienza culinaria e culturale. Alla sera in estate si potrebbe utilizzare la Piazza antistante per realizzare serate a tema con cibo/musica e spettacoli.

Sara’ assolutamente necessario una riqualificazione delle vie Mancini,Bovio,Curiel, così come di Viale Pascoli che dovrà essere pedonalizzata, così come la salita davanti alla cosiddetta chiesa delle suore.
Viale Pascoli dovrà essere “trasformata” in una peculiare della città puntando a “riempire” i negozi vuoti con attività tipiche del territorio sulla base della visione della Vecchia Pescheria di Bologna.
Fondamentale sarà anche mettere in campo azioni sul settore balneare.
Come PD fino a che sarà possibile in questa legislatura spingeremo perché l’amministrazione realizzi un nuovo piano spiaggia concertato con gli operatori del settore e questo per evitare che il nuovo lungomare venga realizzato in maniera scollegata a questo. Deve trattarsi di un piano spiaggia che premi innanzitutto quegli operatori che si accorpano investendo nel miglioramento della qualità dei servizi offerti. Ovviamente sara’ fondamentale trovare un punto di condivisione con gli operatori balneari soprattutto con coloro che hanno la loro attività sulla passeggiata in legno. Quell’area va assolutamente riqualificata e va fatto in sinergie con gli operatori privati.
Per quanto riguarda le strategie legate mercato turistico sarà sempre più importante oltre che investire su quello legato delle famiglie, anche su sport, cultura, enogastronomia, giovani.

Per quanto riguarda lo Sport molto importante in un contesto generale di servizi sarà quello della realizzazione di un nuovo palazzetto.
L’amministrazione ad oggi dice di volerne realizzare uno al VGS, su questo siamo, in linea di principio in accordo, tuttavia dissentiamo fortemente sulla sua realizzazione di fianco ad un supermercato. Infatti qualora si andasse avanti nella scelta di realizzare il nuovo palazzetto dello sport tutta quell’area dovrebbe essere dedicata allo sport,salute,benessere. Se invece l’amministrazione vuole andare avanti sulla realizzazione di un nuovo supermercato allora il palazzetto dovrà essere realizzato a nostro avviso nell’area dove c’e quello attuale facendolo più grande ed in grado di ospitare anche grandi eventi/concerti.
Sull’ambito del turismo culturale, oltre all’idea che sia fondamentale investire di più in eventi di alto profilo con l’obbiettivo di farli diventare di caratura regionale/ nazionale, si ritiene strategico puntare alla creazione di un museo dedicato a Guglielmo Marconi in un’ala dell’Acquario di Cattolica. Tale museo avrebbe la funzione di attirare turisti tutto l’anno e soprattutto ad inizio e fine stagione con gite scolastiche.

Collegato a quell’area territoriale si ritiene strategico una riqualificazione di Piazza delle Nazioni e dei tutta l’area del canale Ventena.
Per quanto riguarda il tema della pesca sarà fondamentale mettere a bilancio il maggiore numero possibile di risorse per sostenere un progetto a lungo periodo e strutturale di dragaggio del porto, così come realizzare progetti costruiti in sinergia con gli operatori del settore in grado di intercettare fondi Regionali per migliorare ,sia in termini di sicurezza che di efficienza, l’area portuale.
Tale area dovrà essere sempre di più utilizzata anche per la realizzazione di eventi/iniziative che vanno nella direzione di promuovere valorizzazione il prodotto ittico.

Riguardo la promozione dell’offerta turistica si ritiene strategico realizzarla in piena sinergia,sintonia,collaborazione con le realtà a noi vicini come il comune di San Giovanni in Marignano,i comuni della Valconca,di Gabicce Mare e Gradara.
Sara’ compito delle amministrazioni comunali fare sistema promuovendosi insieme come un unico territorio.
La collaborazione tra le amministrazioni sara’ fondamentale anche per il sistema di trasporti, un sistema che dovrà essere sempre più efficienti e articolato necessario per collegare al meglio le varie realtà.
Per quanto riguarda le politiche del lavoro l’amministrazione comunale oltre a essere al fianco degli operatori economici sarà al fianco dei dipendenti. Nel limite delle possibilità/competenze di un’ amministrazione comunale, ci siamo posti l’obiettivo di fare tutto il necessario per evitare che nel territorio cittadino vengano portate avanti azioni di sfruttamento dei dipendenti così come di svilimento della loro persona e delle loro professionalità, le quali incidono inevitabilmente anche sulla qualità del prodotto turistico offerto dai singoli operatori economici. Su questo tema saremo inflessibili, certi di condividere questo obiettivo con le associazioni di categoria e gli stessi operatori economici.
Nella prossima l’assemblea i temi trattati saranno scuola, politiche sociali e salute, politiche giovanili, sport e cultura.”

Scroll Up