Home > Ultima ora Attualità > Cattolica: orti urbani “senza segreti” dopo il seminario di Catolgreen

Cattolica: orti urbani “senza segreti” dopo il seminario di Catolgreen

Nell’ambito del programma di “Cattolica in fiore”, nel pomeriggio di sabato scorso, 8 maggio, in Piazza Roosevelt, si è svolta la conferenza “Orti urbani, orti sui balconi e terrazzi” organizzata dall’Assessorato all’ambiente, in collaborazione con l’Assessorato al turismo. Ospite e relatore dell’appuntamento è stato Pietro Isolan che durante il suo intervento ha spaziato sul tema della coltivazione di orti urbani offrendo in particolare una panoramica relativa all’utilizzo di spazi “inusuali” come balconi e terrazzi ed affrontando trasversalmente tematiche legate alla permacultura ed all’ambiente. Isolan, esperto di orticoltura, è un convinto sostenitore dell’auto-produzione e collabora come consulente con tante realtà agricole italiane. Nel suo intervento è stato sottolineato come l’orto sui balconi sia “un modo sostenibile per auto prodursi cibo, imparare a riutilizzare oggetti di “scarto” ed uno stimolo ad imparare a crearsi il proprio compost con gli scarti di cucina, senza dimenticare che l’orto domestico può abbellire il nostro balcone di piante e fiori commestibili”.

Per il secondo anno – spiega l’Assessore Lucio Filippini – si è voluta realizzare una conferenza su temi legati ai fiori, alla natura, all’ambiente, all’ecologia, all’alimentazione, ed al benessere in generale. Lo scopo di questi incontri è quello di inserire contenuti legati all’ecologia nel contesto di un appuntamento tradizionale che vada oltre alle semplice mostra mercato e che possa divenire anche occasione di riflessione su tematiche ambientali. Quest’anno l’intervento di Pietro Isolan, che ringrazio per aver accettato l’invito, ha illustrato ai presenti come creare un orto verticale sul balcone di casa, con interessanti spunti e riflessioni sull’argomento. Nella passata edizione sono state affrontate tematiche legate all’alimentazione ayurvedica e all’olivicoltura. Pensando nel lungo termine a questo tipo di iniziative, l’auspicio è che possano divenire un appuntamento annuale fisso per i frequentatori della Festa dei Fiori e per chi ha una particolare interesse riguardo ai tematiche ambientali. Un arricchimento per una festa ormai consolidata da anni con elementi di approfondimento e di sensibilizzazione etica ed ecologica, un valore aggiunto che va nella direzione delle più importanti linee guida del nostro tempo”.

Per chi volesse vedere o riascoltare la relazione di Pietro Isolan è possibile collegarsi alla pagina Facebook di “Catolgreen” oppure al link: https://fb.watch/5q2xERt1j1/

Ultimi Articoli

Scroll Up