Home > Ultima ora sport > Cattolica, riqualificata la piscina comunale dopo l’intervento di efficientamento energetico

Cattolica, riqualificata la piscina comunale dopo l’intervento di efficientamento energetico

Cattolica può contare da oggi su una piscina comunale riqualificata, più efficiente e moderna, capace di garantire un utilizzo sostenibile e rispettoso dell’ambiente, con una significativa riduzione dei consumi di energia elettrica e riscaldamento. Grazie a un intervento di efficientamento energetico realizzato con diverse opere: coibentazione termica della copertura e delle pareti esterne dell’immobile, sostituzione delle caldaie con gruppi termici a condensazione, installazione di impianti fotovoltaici sulla copertura dell’edificio. Oltre ai minori costi di gestione (-3% circa all’anno), sono da tenere in considerazione le ricadute dal punto di vista ambientale: in un anno si taglieranno 67 tonnellate di CO2 e 35 di petrolio. Intervento reso possibile anche grazie a oltre 120 mila euro dalla Regione nell’ambito della programmazione dei fondi europei destinati al risparmio energetico.

La struttura è stata inaugurata questa mattina insieme ad atleti e rappresentanti dell’associazione sportiva “Aldebaran Cattolica Nuoto”, che la gestisce, presenti il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, e il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, con il sindaco Mariano Gennari, e Riziero Santi, presidente della Provincia di Rimini.

A illustrare le caratteristiche dell’intervento, Bruno Tani, amministratore delegato Gruppo Sgr, capofila dell’Associazione temporanea d’impresa che ha realizzato gli interventi, composta da Gruppo Società Gas Rimini Spa e Intervento Pronto 24H srl.

“In Emilia-Romagna continua a vincere lo sport- afferma il presidente Bonaccini-. E rendere maggiormente compatibile dal punto di vista ambientale un impianto come questo, dove tanti giovani e persone vengono per fare sport, rappresenta senza dubbio la scelta giusta. Così come lo è mettere una associazione sportiva nelle condizioni di gestire al meglio una struttura di grande importanza per la comunità locale. Sostenibilità, attività motorie, associazionismo e volontariato rappresentano priorità indispensabili per una regione sempre più attenta allo sport. Insieme all’importanza di organizzare in Emilia-Romagna tanti piccoli eventi sportivi così come le più importanti competizioni nazionali e internazionali, in tutte le discipline, per la valorizzazione dei nostri territori e l’attrattività turistica. E lo dico con orgoglio, dopo aver voluto come Regione il più grande piano di investimento nell’impiantistica sportiva che l’Emilia-Romagna abbia mai conosciuto: ben oltre 40 milioni di euro per riqualificare palestre, campi da gioco, piscine, palazzetti, spazi all’aperto o realizzare nuove strutture in quasi 150 comuni, da Piacenza a Rimini, generando un investimento complessivo superiore ai 100 milioni di euro”.

Scroll Up