Home > Eventi Cultura e Spettacoli > Cattolica: domani al Mystfest Lucarelli e Jessica Notaro parlano di “Crimini amorosi”

Cattolica: domani al Mystfest Lucarelli e Jessica Notaro parlano di “Crimini amorosi”

Dopo la musica, il cinema e l’arte, MystFest2018 apre al momento della riflessione d’autore su un argomento tristemente di attualità. Il copione sempre è lo stesso: una storia d’amore che arriva al capolinea, un ex geloso e possessivo, un gesto di violenza estremo e senza di ritorno.

Questo il tema di “Crimini Amorosi”, talk show in programma venerdì 29 giugno alle 21 che avrà per protagonisti alcuni grandi personaggi del panorama culturale e artistico italiano impegnati, negli anni e con ruoli diversi, a raccontare la violenza contro la donna.

E lo faranno anche sul palcoscenico di MystFest2018 con lo stile che li contraddistingue, Carlo Lucarelli e Elena Buccoliero,rispettivamente Presidente e Direttrice della Fondazione Emiliano Romagnola per le vittime dei reati.

La Fondazione costituita nel 2004, per volontà dei Soci fondatori (Regione Emilia-Romagna, Province e Comuni capoluogo di Regione), nasce dall’esigenza di dotarsi di uno strumento agile, capace di azioni di pronto intervento in situazioni di emergenza e per dare sostegno immediato alle vittime, un esempio di come le istituzioni possano rispondere in maniera concreta al fenomeno per contrastarlo. Ad accompagnare gli interventi di Lucarelli e Buccoliero, la testimonianza di chi ha vissuto e vive ancora sulla propria pelle il dramma della violenza, la riminese Gessica Notaro, vittima nel 2017 di aggressione da parte dell’ex fidanzato. La giovane parlerà della lotta che sta conducendo insieme a Lucia Annibali e Carla Caiazzo supportate da 12 parlamentari affinché sia introdotta la “legge per omicidio d’identità”. Guardare il proprio volto allo specchio la mattina è un gesto istintivo, quasi banale, ma racchiude il riconoscimento del proprio io. Deturpare un viso, alterarne i lineamenti, corrisponde in un certo senso ad azzerare il vissuto di una persona. Di qui si può comprendere il motivo dell’introduzione di un nuovo reato, quello dell’omicidio di identità, che miri a inasprire le pene e tutelare le vittime. E non si tratta di un problema unicamente femminile. Esistono episodi, certo più rari, in cui a subire questa forma di violenza sono stati degli uomini.

La proposta di legge giunta ad aprile 2017 in Parlamento è la risposta a drammi come questi che vanno oltre la violenza, lo stalking, il tentativo di porre fine a una vita. Si introduce una volontà premeditata di distruggere l’identità e tutto quanto sia legato ad essa.

Ad arricchire il tavolo del 29 giugno la presentazione del libro “C’eravamo tanto armati” dell’avvocato matrimonialista Gian Ettore Gassani. Sul palco Oriana Ramunno e Antonio Tenisci,due dei tre autori di Amori Malati, lo speciale de Il Giallo Mondadori sul femminicidio, che l’argomento lo hanno indagato e sviscerato nei loro racconti.

La scelta di proporre al grande pubblico un momento di confronto e dibattito, che sarà moderato dalla giornalista di IcaroTv Simona Mulazzani, segna un continuum nel percorso voluto dall’amministrazione cattolichina iniziato con la nascita del centro antiviolenza distrettuale “Chiama chiAma”.

Il Tenente Colonnello dei Carabinieri di Rimini, Giuseppe Sportelli porterà l’esempio di “Una stanza tutta per sé”, allestita  presso la Tenenza dei Carabinieri di Cattolica, che rappresenta il primo caso in tutto il territorio riminese di un’aula per le audizioni da dedicare a tutte le vittime di situazioni di violenza per esigenze di ascolto e verbalizzazione. Ad accompagnare la serata con letture sceniche l’autrice e attrice Marinella Manicardi, il cui impegno civile risale al periodo della direzione artistica del Teatro le Moline e che è proseguito anche negli ultimi lavori teatrali portati in scena. Parteciperanno inoltre  la presidente uscente del club di Rimini Soroptimist International d’Italia Anna Maria Balli e la neo eletta Rita Turci.

Il Festival si concluderà sabato 30 Giugno alle 21 in Piazza Roosevelt. Nel corso della serata alla presenza della giuria di eccezione formata da Cristiana Astori, Carlo Lucarelli, Annamaria Fassio, Franco Forte, Valerio M. Manfredi, Andrea G. Pinketts e Simonetta Salvetti verranno premiati il vincitore del 45esimo Premio Gran Giallo città di Cattolica, il vincitore del Premio Alberto Tedeschi, il vincitore del Premio Alan D. Altieri – Segretissimo e il vincitore dalla Weekly competition di CinemadaMare, il più grande raduno al mondo di giovani filmmaker. Ospite d’onore della serata l’attore teatrale e cinematografico Lino Guanciale protagonista della serie cult “La Porta Rossa” firmata da Carlo Lucarelli.

L’ingresso a tutti gli eventi è gratuito.

Ultimi Articoli

Scroll Up