Home > Ultima ora politica > Cattolica: tra i primi atti della Giunta Foronchi la nuova scuola Repubblica nell’attuale sede

Cattolica: tra i primi atti della Giunta Foronchi la nuova scuola Repubblica nell’attuale sede

Il Consiglio Comunale di Cattolica approva i primi atti dell’Amministrazione Foronchi. Durante la seduta, svoltasi ieri sera presso il Centro Culturale Polivalente, tra i punti all’ordine del giorno vi era la variazione al programma triennale 2021-2023 delle opere pubbliche. Le modifiche sostanziali sono state illustrate dall’Assessore competente, Enrico Ugolini.  Vorrei sottolineare – spiega Ugolini – che la maggior parte delle variazioni al programma riguardano interventi di edilizia scolastica. In particolare, è stato inserito uno stanziamento in bilancio di circa 70mila euro per affidare l’incarico della progettazione della nuova scuola primaria Repubblica presso l’attuale sede. Sottolineo la realizzazione di interventi di antisfondellamento, previsti nel 2022, per i plessi della secondaria Filippini, la primaria Carpignola e la materna Corridoni grazie ad un finanziamento di 1 milione di euro arrivato dal Miur”. Tra gli altri interventi in variazione elencati dall’Assessore Ugolini vi è la ristrutturazione dei locali del ristorante “Il Caminetto” al Parco della Pace per un contributo di circa 150mila euro a carico dei privati e lo slittamento al 2023 dei lavori a complementari alla realizzazione della nuova stazione ferroviaria. “Infine, rispetto al programma dei lavori triennale precedente – conclude Ugolini – viene cancellata la previsione di realizzare un parcheggio interrato in Piazzale Roosevelt per un importo previsto di circa 5 milioni di euro”. “La priorità è ricostruire la scuola Repubblica nell’attuale sede. Come più volte annunciato in campagna elettorale – aggiunge la Sindaca Franca Foronchi – alla base di questa scelta ci sono diverse motivazioni: la volontà di ricostruire sul costruito, non cementificare una delle ultime aree verdi della città e mantenere la vivacità intellettuale, l’incontro delle persone, il presidio sociale all’interno del quartiere. Con la vicinanza al Centro Culturale Polivalente, al Teatro, ed alla piazza si creano le condizioni per far vivere ai ragazzi la città”. 

Ultimi Articoli

Scroll Up