Home > Primo piano > Cattolica, trovate altre due tombe romane sulla via Flaminia

Cattolica, trovate altre due tombe romane sulla via Flaminia

Continuano le scoperte archeologiche a Cattolica. Nuovi ritrovamenti sono stati effettuati alla ripresa delle attività del cantiere che già lo scorso anno ha consentito di documentare un tratto della via Flaminia in corrispondenza dell’attuale via Garibaldi. Nell’aprile scorso controlli durante l’esecuzione di nuovi lavori hanno consentito di scavare, grazie allo spirito di collaborazione tra committenza, ditta esecutrice dei lavori e Soprintendenza, due nuove tombe che si aggiungono alle tre già individuate durante il precedente intervento.

Si tratta di una tomba “alla capuccina”, cioè ricoperta con tegole, e una inumazione nella nuda terra. Entrambe quindi sepolture povere, che però rappresentano un altro tassello per ricostruire la storia più antica del sito di Cattolica. Di cosa esistesse in epoca romana non si sa infatti ancora molto.

All’interno del parcheggio posto alle spalle dell’ex Mercato Ortofrutticolo sono visibili alcuni edifici, rinvenuti durante gli scavi degli anni Sessanta del secolo scorso, per i quali è stata proposta l’identificazione con le strutture della stazione di sosta (mansio) situata lungo il tragitto della Flaminia da cui si sviluppò l’attuale città di Cattolica.

Sono stati ritrovati resti di vasche con pavimenti in cotto, canalizzazioni per lo scolo delle acque e un pozzo rimasto in uso fino alla metà del III sec. d.C. quando un incendio, collegato alle prime incursioni barbariche, segnò il declino dell’abitato. I materiali da questo e da altri scavi sono raccolti al Museo della Regina.

Scavi  condotti tra il 2000 e il 2004 nel lotto situato in adiacenza verso est, hanno inoltre confermato l’esistenza di ulteriori impianti artigianali e commerciali di epoca romana.

Questi rinvenimenti saranno valorizzati all’interno delle Giornate Europee del Patrimonio, 25 e 26 settembre, con l’appuntamento “Storie dell’Aldilà: morte e sepolture lungo la Flaminia” presso il Salone Snaporaz a Cattolica. L’evento è organizzato in collaborazione con il Museo del Territorio di Riccione e la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Ravenna Forlì-Cesena e Rimini.

La giornata di sabato 25 settembre, dalle ore 17.00, sarà dedicata alla presentazione di recenti studi e ricerche sul campo a cura degli archeologi Donato Labate ed Erika Valli. In particolare, Labate rifletterà sul tema della sepolture anomale e dei corpi insepolti in età romana a partire dai ritrovamenti di Modena. Teste mozzate insepolte, corpi smembrati gettati in discarica e in un canale o sepolti in fosse comuni, sepoltura violate con asportazione di testa, piedi e braccio destro, un neonato inumato con rospi decapitati e per finire il sotterramento in una buca di un cane con la testa fracassata deposto al di sopra delle teste di una donna anziana (sopravvissuta ad una trapanazione del cranio) e di una bambina. Casi raccapriccianti a cui archeologi e antropologi hanno dedicato studi e fornito le prime risposte. Toccherà ad Erika Valli, invece, illustrare i recenti ritrovamenti, sopramenzionati, del cantiere di via Garibaldi a Cattolica.

Nella giornata di domenica 26, a partire dalle ore 16.00, ancora il Salone Snaporaz ospiterà la conferenza-laboratorio “Sepolture a Cattolica: archeologia e antropologia della morte” a cura dell’antropologa fisica Marcella May, durante la quale sarà possibile assistere al microscavo di una sepoltura ad inumazione rivenuta sempre durante i lavori di Via Garibaldi a Cattolica.

“Negli anni la ricerca archeologica ha compiuto notevoli progressi – spiegano gli organizzatori – considerando la multidisciplinarietà di diversi ambiti di studio come base indispensabile per la conoscenza e l’interpretazione dei dati di scavo. Con il grande interesse per gli aspetti biologici delle antiche comunità, finalmente, si è arrivati ad un dialogo tra archeologia e antropologia, ovvero tra chi studia la cultura materiale dell’uomo e chi studia l’uomo fisico. La continua collaborazione tra l’archeologo e l’antropologo sia sul campo che in laboratorio, permette di raccogliere tutte le informazioni necessarie alla ricostruzione generale di un’ intera comunità facendo interagire i caratteri biologici di un gruppo umano con le attività produttive di manufatti mobili ed immobili, concorrendo a spiegarne il profilo culturale. Lo scheletro, appunto, proprio come un manufatto archeologico o un’opera d’arte rappresenta un vero e proprio bene culturale, in grado di raccontare una lunga storia sullo stato di salute, sullo stile di vita e sulla cultura di cui è figlio”.

L’ opportunità che offre il Museo della Regina di Cattolica, in occasione delle GEP 2021, è quella di guardare attraverso il buco della serratura di un laboratorio di antropologia fisica. Coinvolgendo il pubblico durante una delicata operazione di microscavo di una sepoltura della città verrà data la possibilità di dimostrare la sinergia tra archeologia e antropologia.

Evento FB: https://www.facebook.com/events/235599731833064/

Programma – GEP Cattolica 2021

Sabato 25 settembre 2021, ore 16,00 (Salone Snaporaz di Cattolica, Piazza Mercato n. 15)

  • Donato Labate

Programma – GEP Cattolica 2021

Sabato 25 settembre 2021, ore 16,00 (Salone Snaporaz di Cattolica, Piazza Mercato n. 15)

Donato Labate
Sepolture anomale e corpi insepolti in età romana: i ritrovamenti di Modena

Erika Valli
Testimonianze funerarie a Cattolica: l’area di via Garibaldi

Domenica 26 settembre 2021, ore 16,00

Marcella May (Salone Snaporaz di Cattolica)
Sepolture a Cattolica: archeologia e antropologia della morte

Domenica 26 settembre 2021, dalle ore 16 alle 18

Ingresso libero fino ad esaurimento posti, secondo le normative vigenti e con green pass.

INFO

Museo della Regina

Via Pascoli, 23 – 47841 CATTOLICA (RN)

Tel. 0541 966577

e-mail: museo@cattolica.net

Sepolture anomale e corpi insepolti in età romana: i ritrovamenti di Modena

  • Erika Valli

Testimonianze funerarie a Cattolica: l’area di via Garibaldi

Domenica 26 settembre 2021, ore 16,00

  • Marcella May (Salone Snaporaz di Cattolica)

Sepolture a Cattolica: archeologia e antropologia della morte

Domenica 26 settembre 2021, dalle ore 16 alle 18

Ingresso libero fino ad esaurimento posti, secondo le normative vigenti e con green pass.

INFO

Museo della Regina

Via Pascoli, 23 – 47841 CATTOLICA (RN)

Tel. 0541 966577

e-mail: museo@cattolica.net

Ultimi Articoli

Scroll Up