Home > Ultima ora economia e turismo > Centri estivi, nel Distretto Rimini Nord domande di contributi entro il 14 giugno

Centri estivi, nel Distretto Rimini Nord domande di contributi entro il 14 giugno

Nel Distretto Rimini Nord (Rimini, Bellaria Igea Marina, Santarcangelo di Romagna, Poggio Torriana, Verucchio, San Leo, Talamello, Novafeltria, Maiolo, Pennabilli, Sant’Agata Feltria, Casteldelci) partono le domande per poter usufruire dei contributi a sostegno della frequenza dei centri estivi per bambini e ragazzi da 3 a 13 anni nel periodo giugno / settembre 2019 (nati dal 2006 al 2016).

La domanda di iscrizione potrà essere presentata entro il 14 giugno 2019 esclusivamente on-line utilizzando l’applicativo disponibile all’indirizzo internet:

https://istanze-dichiarazioni.comune.rimini.it/dist/#!/eseguiIstanzaDinamica/DINPI01

Le famiglie che necessitano di assistenza alla compilazione – o di informazioni di dettaglio sui requisiti richiesti dal bando – potranno contattare o recarsi su appuntamento all’Ufficio Diritto allo Studio – Via Ducale n. 7 – tel. 0541 704752 – 704756 dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.30 e

il martedì e giovedì anche dalle ore 15.00 alle ore 17.00, e-mail: dirittoallostudio@comune.rimini.it.

Destinatari del contributo sono i bambini e i ragazzi nella fascia di età compresa tra i 3 e i 13 anni (nati dal 2006 al 2016), con i seguenti requisiti:

– residenza in un Comune del Distretto Rimini Nord (Rimini, Bellaria Igea Marina, Santarcangelo di Romagna, Poggio Torriana, Verucchio, San Leo, Talamello, Novafeltria, Maiolo, Pennabilli, Sant’Agata Feltria, Casteldelci)

– frequenza di un centro estivo iscritto nell’ “Elenco distrettuale dei gestori accreditati”.

– appartenenza a famiglie con reddito ISEE in corso di validità fino a 28.000,00 euro, in cui :

  • entrambi i genitori (o uno solo, in caso di famiglie mono genitoriali) siano occupati ovvero siano lavoratori dipendenti, parasubordinati, autonomi o associati, comprese le famiglie nelle quali anche un solo genitore sia in cassa-integrazione, mobilità oppure disoccupato che partecipi alle misure di politica attiva del lavoro definite dal Patto di servizio;
  • un solo genitore si trovi in una delle condizioni indicate al paragrafo precedente e l’altro non è occupato in quanto impegnato in modo continuativo in compiti di cura, valutati con riferimento alla presenza di componenti il nucleo familiare con disabilità grave o non autosufficienza, come definiti ai fini ISEE.

Le risorse disponibili per il Distretto Rimini Nord sono complessivamente di 305.522,00 euro.

Scroll Up