Home > Primo piano > Cesenatico, giovane riminese pestato in discoteca: “Aggressione omofoba”

Cesenatico, giovane riminese pestato in discoteca: “Aggressione omofoba”

“Mi hanno picchiato in discoteca perchè sono gay, dopo avermi insultato“. Il racconto è quello di un ragazzo originario della Provincia di Rimini, che ha raccontato di essere stato aggredito 10 giorni fa all’interno della discoteca Energy di Cesenatico, durante la serata “Tunga”. Assistito dall’avvocato del foro di Pesaro Christian Guidi, il giovane ha sporto denuncia alla Procura di Forlì per lesioni personali aggravate dall’odio razziale contro 8 persone, sette ragazzi e una ragazza.

Il ragazzo, che ha poco meno 30 anni, è stato colpito anche al volto tanto che è stata necessaria un’operazione d’urgenza al Bufalini di Cesena per evitare danni permanenti al setto nasale.

Ad aggredire il trentenne ha spiegato il suo avvocato, Christian Guidi, sono state diverse persone che all’improvviso lo hanno accerchiato e picchiato. E in particolare, due persone sarebbero state riconosciute dalle fotografie.

Per la giornata di domani Arcigay ha organizzato una conferenza stampa a Rimini alla presenza della vittima e di Giulia Corazzi consigliera delegata alle Pari Opportunità, durante la quale il giovane spiegherà le proprie ragioni.

Il locale conferma di fatto l’avvenuta aggressione, ma ridimensiona l’accaduto: “Un giovane è stato aggeredito all’interno del nostro locale con un pugno ma parlare di pestaggio è eccessivo. L’aggressore è stato isolato e buttato fuori“.

Ultimi Articoli

Scroll Up