Home > Sport > Club Nautico, Santolini presidente senza più rivali: “Faremo grandi cose”

Club Nautico, Santolini presidente senza più rivali: “Faremo grandi cose”

Gianfranco Santolini brinda alla sua vittoria schiacciante nelle elezioni del Club Nautico Rimini e presenta la sua squadra. Ripreso il timone come presidente, dopo le dimissioni e il voto anticipato, trascorso appena un anno di mandato, non c’era da aspettarsi sorprese.

«Per me è stato anche un periodo doloroso, –  ha detto Santolini sono state dette cose brutte nei miei confronti, anche sul piano personale. Ma dal mio punto di vista il problema è chiuso. Al momento del voto ai soci è stato chiesto di stare di qua o di là. Il voto c’è stato e i risultati sono chiari. Ora ripartiamo e faremo grandi cose».

Nessuna preoccupazione nemmeno sul fronte del bilancio: «L’esercizio è in pareggio, le voci passive dipendono dagli ammortamenti dovuti agli importanti investimenti che sono stati fatti dal 2007, oltre un milione di euro». E nemmeno sulla sorte della concessione demaniale su cui tutti questi investimenti sono stati fatti, con immobili oggi di proprietà del Club ma su terreni del pubblico: «Se anche un giorno questi beni dovessero andare al demanio, per come la penso io non cambia nulla – ha spiegato il presidente – perché il Club non è una società commerciale ma un ente senza scopo di lucro e soprattutto un’istituzione che appartiene alla città. Quindi se qui quei beni diventassero di proprietà pubblica, a noi non interessa. Interessa invece che il Club ne abbia la disponibilità per un periodo che sia lungo e non breve. Comunque, non avendo noi scopo di lucro, non rientriamo nella direttiva Bolkestein che sulle concessioni demaniali garantisce la libera concorrenza fra imprese: noi abbiamo concorrenza».

Santolini si augura che «non vi saranno dimissioni di massa, come ha detto qualcuno»; e del resto chi ha votato dieci giorni fa ha già rinnovato la tessera (piuttosto salata) fino a settembre 2018: sarà quella la data per verificare se le fratture sono ricucite o meno.

Tutto bene, viene detto, anche in casa Sorci, dove Clarissa si è candidata ed è stata eletta con la lista vincente, mentre il padre Gianni veniva additato da Santolini come colui che voleva affossare il Club per favorire la sua Marina di Rimini.

A Roberto Venturini, membro del consiglio direttivo e direttore delle attività culturali, il compito di smussare i toni «Quella vittoria per 9 a 0, o 19 a 0, la interpretiamo come  volontà di unità a riappacificazione. Dopo tutto quello che è stato detto, soprattutto fuori di qui e sugli organi di informazione,  i soci hanno voluto manifestare chiaramente il desiderio di chiudere questo capitolo».

Andrea Musone, direttore delle attività di vela, ha poi illustrato alcuno obbiettivi della scuola che vuole coinvolgere sempre più ragazzi: «Abbiano ottenuto risultati importanti anche attraverso alcune scelte che ci hanno dato ragione, come quella di abbandonare la Classe Optimist per lO’pen Bic. Insisteremo su questa strada, partendo ora con i 29er (O’pen Bic a due posti) propedeutico ai 49er, che sono classe olimpica. Inoltre, come ci siamo avvicinati al mondo dei sub e della canoa, intendiamo aprirci a quello del Kitesurf, una disciplina particolarmente spettacolare che già vediamo spesso sulla riviera».

Il consiglio direttivo del CNR- (assente Andrea Negri)

Questo dunque il nuovo consiglio direttivo del Club Nautico Rimini:

GIANFRANCO SANTOLINI PRESIDENTE. Appassionato di pesca d’altura, vincitore nel 1991 del Campionato italiano pesca d’altura in drifting FIPSAS. Dal 1990 è stato nominato Socio Benemerito per meriti sportivi, nel 1992 gli è stata assegnata la medaglia di bronzo al valore atletico dal CONI. Dal 1986 è socio del CNR, dal 1992 al 2016 ha ricoperto l’incarico di direttore amministrativo (tesoriere) del Club Nautico Rimini, dal 2016 è Presidente del Club Nautico Rimini. Nel 2011 gli è stata assegnato il premio “Fair Play alla promozione sportiva” dal Panathlon, dal 2011 ricopre la carica di Presidente della Consulta degli Operatori del Porto di Rimini. Libero professionista.

BONFIGLIO MARIOTTI VICE PRESIDENTE. Velista della prima ora, dopo 15 anni si converte alla pesca d’altura; socio del Club Nautico da oltre 20 anni. Tre figli istruiti alla vela dal Club Nautico Rimini. Imprenditore e presidente nazionale delle imprese del settore aderenti a Confindustria.

MARCO VALCAMONICI DIRETTORE AMMINISTRATIVO. Velista e kitesurfer, cresciuto nella scuola vela del Club Nautico, socio dal
1994, consigliere del Club dal 2012, consigliere e tesoriere della XI zona Fiv. Libero professionista.

ANDREA MUSONE DIRETTORE ATTIVITA’ VELA. Velista agonista dal 1982, campione italiano e vicecampione europeo classe Mumm; maratoneta. Membro del Consiglio Direttivo del Club Nautico dal 2004 dove ha ricoperto le seguenti cariche: 2004/2009 consigliere di supporto al direttore sportivo, 2009/2016 direttore sportivo, 2016/2017 direttore sportivo e vice presidente. Commerciante.

SAVERIO SABBIONI DIRETTORE ATTIVITA’ VELA. Velista; regatante in altura in particolare in Adriatico, ha partecipato a due Middle Sea Race, nel 2011 e nel 2012. Grande passione per la pesca sportiva e per la vela con partecipazione a numerose regate. Imprenditore, ha ricoperto per un triennio la vicepresidenza dell’associazione albergatori di Rimini.

GIORDANO PECCI DIRETTORE ATTIVITA’ PESCA E MOTONAUTICA. Socio del CNR dal 1989, pescatore da anni ha partecipato ai trofei più importanti di pesca in Italia, riportando ottimi risultati: nel 1994 1° classificato nel “Trofeo Alto Adriatico di Albarella”, nel 2005 1°classificato nella gara di Pesca in Drifting a Porto Rotondo. Imprenditore.

ROBERTO VENTURINI DIRETTORE ATTIVITA’ SOCIALI E CULTURALI. Velista; nell’ultimo anno sociale e nel precedente quadriennio è stato il coordinatore della Commissione attività culturali del Club. Libero professionista e giornalista pubblicista, è stato redattore dell’inserto Uomini & Mare per La Voce di Romagna ed è autore del libro “I Riminesi del Mare” (Luisè Editore).

ANDREA NEGRI DIRETTORE ATTIVITA’ SOCIALI E CULTURALI. Velista, già agonista su fly junior e 470, in possesso di patente nautica dal 1985 vela e motore, senza limitazioni. Socio fondatore del Circolo Velico Riminese e socio del Club Nautico dal 2015. Nel 2016/2017 membro della commissione disciplinare di secondo grado, della commissione soci e della commissione eventi. Imprenditore.

FABIO PO SEGRETARIO. Membro del Consiglio Direttivo dal 2011. Impiegato amministrativo, è stato dipendente del sodalizio dal 1993 al 2010.

Il collegio dei sindaci revisori

COLLEGIO DEI SINDACI REVISORI
Davide Barosi – socio del CNR dal 2001, in possesso di patente nautica senza limiti vela-motore dal 2001, amante del mare e del vento, pratica il surf e lo stand up paddle. Negli ultimi 5 anni sociali è membro del Collegio dei Revisori del CNR ricoprendone la carica di Presidente, nonché membro della commissione cultura. Libero professionista, è stato componente del consiglio dell’unione giovani industriali di Rimini fino a ricoprirne nel 2016 la carica di vice presidente.

Alessandro Dori – motonauta, amante del mare e tutto ciò che rappresenta; nell’ultimo anno sociale è stato membro del Collegio dei Revisori del CNR, oggi riconfermato dai soci. Funzionario bancario.

Clarissa Sorci – velista, già allieva della scuola vela del CNR e agonista, ha conseguito la patente nautica all’età di 24 anni e da 21 anni è socia del Club. Laureata in economia, imprenditrice.

Stefano De Rossi – velista regatante. Cresciuto come agonista al CNR iniziando con l’optimist, passando per il laser e arrivando alla vela d’altura. Per anni ha ricoperto il ruolo di istruttore. Libero professionista.

Alessandro Pansica – iscritto al club dal 2015 e libero professionista.

Il collegio dei Probiviri

COLLEGIO DEI PROBIVIRI

Egidio Rossi – motonauta per passione socio del CNR dal 1963, presidente del “Big Game Italia” per un paio di anni e presidente dell”Automobil Club Rimini” per diversi mandati. Attualmente Service Ufficiale per la Pirelli per l’attività sportiva motociclistica nazionale, internazionale e mondiale.

Ermete Dalprato – velista diportista. Ingegnere, professore a contratto all’Università degli Studi della Repubblica di San Marino e, in precedenza, all’Università degli Studi di Bologna, direttore di rivista tecnica, pubblicista, con lunga esperienza gestionale come direttore di strutture pubbliche complesse.

Andrea Raggini – socio del CNR dal 2010 e membro attivo avendo ricoperto la carica di membro della “Commissione Cultura” dal 2012 al 2017 e della “Commissione Disciplinare di I grado” dal 2012 al 2016. Libero professionista.

Carlo Carli – appassionato velista socio del club dal 1976 oggi diportista possessore di un “Rimar 1050” e con un passato da regatante su “ Flying junior” negli anni 70. Agricoltore, attuale presidente di “Confagricoltura” e vice presidente del “Canale Emiliano Romagnolo”.

Antonio Bombini – ex militare dell’Aeronautica Militare Americana, socio dal 1993. Vincitore di diverse gare di “Pesca al Tonno”, in particolare nel 2002 ad Albarella con i colori del Club Nautico Rimini 1° premio per “preda più grossa”, e nel 2009 1° assoluto nel “5° Memorial Roberto Franchi” a Cattolica. Professionista.

Questi erano stati i risultati delle elezioni svolte il 5 dicembre scorso:

RIEPILOGO VOTI ELEZIONI MEMBRI DEL CONSIGLIO DIRETTIVO :

Lista “Il Club alla Città”

MUSONE ANDREA 153
SANTOLINI GIANFRANCO 144
VALCAMONICI MARCO 144
PECCI GIORDANO 142
SABBIONI SAVERIO 140
VENTURINI ROBERTO 139
PO FABIO 139
MARIOTTI BONFIGLIO 138
NEGRI ANDREA 136

Lista “Il Club ai Soci”

LAZZARI AGLI LUIGI 103
FRANCHINI PIERPAOLO 103
MANFRONI MARCO 101
BARONIO PIETRO 99
BRIOLI ROBERTO MARIA 99
BRIOLINI PAOLO 97
ROSA FABRIZIO 97
COSTANZI ALBERTO 93
MONTANARI ENRICO 93

RIEPILOGO VOTI ELEZIONI MEMBRI DEL COLLEGIO DEI SINDACI REVISORI (3 EFFETTIVI E 2 SUPPLENTI):

Lista “Il Club alla Città”

SORCI CLARISSA 144
BAROSI DAVIDE 142
DORI ALESSANDRO 132
DE ROSSI STEFANO 129
PANSICA ALESSANDRO 127

Lista “Il Club ai Soci”

VERNOCCHI GIACOMO 104
BASAGNI GIACOMO 102
FRATERNALI FABIO 100
SPALLINO FEDERICO 98
MANGIONE FABIO 97

RIEPILOGO VOTI ELEZIONI MEMBRI DEL COLLEGIO DEI PROBIVIRI (3 EFFETTIVI E 2 SUPPLENTI):

Lista “Il Club alla Città”

DALPRATO ERMETE 143
RAGGINI ANDREA 136
ROSSI EGIDIO 134
CARLI CARLO 131
BOMBINI ANTONIO 130

Lista “Il Club ai Soci”

AURELI ALFREDO 104
BROLLI CLAUDIO 103
VERNOCCHI BRUNO 102
BASAGNI ANDREA 100
SANTORO PAOLO 81

LA STORIA DEL CLUB NAUTICO RIMINI

Ottantacinque anni pieni di successi e di attività che ebbero inizio nell’ormai lontano 1933, quando Gaspare Stacchini, socio fondatore del Club, donò alla allora “Società Nautica Rimini” un cutter di m. 6,50 destinato alla scuola di vela nel porticciolo dell’Ausa. L’attività del Club, sempre condizionata dai bassi fondali, ebbe inizio basandosi essenzialmente sulle regate per barche a deriva e costituì un polo d’attrazione nell’Adriatico, tanto che il suo rapido sviluppo, è documentato da una pubblicazione dell’USVI del 1948 (Unione Società Veliche Italiane, quella che oggi è la Federazione Italiana Vela- FIV) dove una foto mostra gli “Snipe” all’ormeggio nel porticciolo della “Società Nautica Rimini”.

Da lì a poco gli atleti di Rimini saranno presenti nell’attività nazionale e parallelamente inizierà l’organizzazione delle manifestazioni: il Club Nautico di Rimini diventa prima sede di Campionati Europei e successivamente di Campionati Mondiali di vela classi olimpiche.

Si giunge così ai primi anni sessanta che segnano la nascita dei primi corsi di vela Olimpia e della Scuola di Vela.

Nei successivi anni ottanta l’interesse si estende anche alla motonautica con l’organizzazione di manifestazioni a carattere locale, nazionale ed internazionale: dai giganti dell’offshore ai bolidi della Formula 1 ed a tutti gli scafi della varie cilindrate dei circuiti ufficiali della Federazione Italiana Motonautica (FIM).

Di pari passo aumentò in quegli anni la passione per la pesca sportiva e grazie alla stretta collaborazione con il Big Game Italia, associazione che riunisce appassionati di pesca d’altura che intendono questa pratica, non come indispensabile ed obbligatoria cattura di pesca ad “ogni costo”, bensì come competizione leale a “pari mezzi”. Dagli anni ottanta vengono organizzate manifestazioni a carattere nazionale di pesca d’altura con la partecipazione di equipaggi provenienti dai principali club italiani.

Da sempre grande è l’impegno del Club nel percorso di educazione sociale per i giovani, e prova tangibile di questo impegno è il “progetto multidisciplinare didattico” che il Club Nautico Rimini ha avviato negli anni scorsi in collaborazione con il Comune di Rimini, la Provincia di Rimini ed il distretto scolastico locale, così come altri progetti: “3.2.1. Sport!”, “Lo sport non va in vacanza”, etc. Nel 2017 45 bambini dai 6 ai 10 anni hanno frequentato gratuitamente un corso di vela, aderendo ai progetti dell’assessorato allo sport di Rimini.

Il CNR fa parte con orgoglio delle 100 associazioni selezionate dall’Assessorato Politiche Giovanili della Provincia di Rimini ed ha collaborazioni periodiche con associazioni di volontariato: Riminiail, Riminiautismo, Punto rosa, Centro aiuto alla vita, Esplora.

Il CNR è membro della FIV, FIM, FIPSAS e CONI, recentemente anche alla LIV ed è gemellato con i più prestigiosi Club italiani: Yacht Club Italiano, Yacht Club Adriaco, Yacht Club Porto Rotondo, Yacht Club Punta Ala, Reale Circolo Canottieri Tevere Remo Roma, Compagnia della Vela Venezia, Circolo della vela Bari, Club Canottieri Roggero di Lauria Palermo e Republic of Singapore Yacht Club

Negli anni il CNR è stato insignito delle seguenti benemerenze:

  • Stella al merito sportivo bronzo 1959
  • Stella al merito sportivo argento nel 1989
  • Stella al merito sportivo oro nel 2017

Il Club conta oltre 500 soci e associati, fra i quali oltre 140 under 18 che praticano l’attività velica a vari livelli.

122 sono i posti barca per imbarcazioni dai 6 ai 16 metri, di proprietà dei Soci e a disposizione di eventi sportivi organizzati dal sodalizio.

Nel 2016 è stato inaugurato il nuovo Centro di preparazione sportiva intitolato al socio Filiberto Sammarini, riservato ai Soci e dedicato alla preparazione atletica degli atleti di tutte le età, il centro è aperto tutti i giorni dalle 6,00 alle 22,00.

La scuola vela organizza, da metà giugno a metà settembre, corsi per i bambini dai 6 ai 16 anni per la promozione dello sport della vela, frequentata da oltre 230 ragazzi, da cui provengono i futuri atleti per le squadre agonistiche.

Quest’anno il 2 giugno è stato organizzato il Vela-day, giornata promossa a livello nazionale dalla FIV per la promozione di questo sport.

L’attività agonistica è attualmente composta da queste squadre:

  • Squadra agonistica O’pen Bic U/13 composta da 8 atleti
  • Squadra agonistica O’pen Bic U/17 composta da 12 atleti
  • Squadra Pre-agonistica O’pen Bic composta da 8 atleti
  • Squadra Laser composta da 8 atleti
  • Squadra Pre-agonistica Laser composta da 7 atleti
  • Squadra Pre-agonistica 29er composta da 6 atleti

Annualmente vengono organizzate 8/12 regate tra zonali, nazionali ed europee: Altura, Dinghy,
Snipe, Laser, O’pen Bic, Formula 18, Kite foil, e numerosi eventi a tema.

Ultimi Articoli

Scroll Up