Home > Ultima ora economia > Come fare la spesa, spendendo meno. Scopriamo 3 trucchi

Come fare la spesa, spendendo meno. Scopriamo 3 trucchi

I.P.

Il risparmio è un tema che sta a cuore a molti e le occasioni per spendere poco, senza rinunciare alla qualità dei prodotti, si sono moltiplicate soprattutto negli ultimi anni quando, oltre ai “classici” coupon, hanno fatto la loro comparsa buoni spesa, Cashback e Spendi&Riprendi. I coupon permettono di ottenere percentuali di sconto variabili su un determinato articolo, se poi questo è già in promozione il risparmio è ancora più alto. 

A differenza di quanto accade in altri paesi, vedere i buoni sconto sui volantini dei supermercati nostrani non è molto frequente, in compenso su internet se ne trovano diversi, sia per i generi alimentari che per i prodotti dedicati all’igiene della casa e della persona. Basta andare sul sito di un’azienda, iscriversi alla newsletter oppure consultare app e siti dedicati al risparmio, leggere le condizioni di utilizzo, stampare i coupon e presentarli alla cassa al momento del pagamento. 

Molto convenienti sono anche le operazioni a premio che permettono di ottenere buoni spesa a fronte dell’acquisto di determinati prodotti, così come i Cashback/Provami gratis, che offrono il rimborso di quanto speso, e gli Spendi&Riprendi attivi per brevi periodi in alcuni punti vendita. Impiegando un po’ di tempo nella ricerca delle offerte e nella lettura attenta di regolamenti e condizioni di partecipazione, si possono ottenere ottimi risultati. E con una lista di tutte le offerte più convenienti a portata di mano, cartacea o sotto forma di nota sullo smartphone, non si esce mai impreparati.

 

Volantini: gli alleati numero uno del risparmio

Tenere d’occhio i volantini è un’ottima abitudine per comprare i beni di prima necessità a un costo più basso di quello normale. Sui volantini sono riportati gli sconti della settimana o del mese, i giorni esatti in cui trovare i prodotti in offerta, nonché le operazioni a premio attive nel punto vendita per ottimizzare gli acquisti. Oltre ai volantini cartacei, è possibile consultare la versione online direttamente sul sito dell’insegna del proprio negozio di riferimento. Esistono anche utili app che li raccolgono e permettono di confrontare le offerte ed effettuare ricerche mirate in base alla catena o ai prodotti scontati nelle vicinanze: in questo modo, si sa esattamente cosa e dove comprare e si limitano gli spostamenti al minimo. Le promozioni sono disponibili sia per i supermercati che per i discount, in questi ultimi si possono comprare prodotti di qualità a prezzi già di per sé più convenienti.

 

Supermercati Online: Il risparmio passa anche da qui

Molti di voi avranno notato che i maggiori marchi del settore hanno iniziato ad aprire il loro supermercato online. In periodo covid-19 questo settore si è evoluto moltissimo con potenziamento dell’offerta e delle consegne a domicilio. Carrefour, Lidl, Easycoop e molti altri, rendono disponibile l’acquisto della spesa online. Un metodo molto veloce per risparmiare su questi siti è controllare se sono disponibili dei coupon per l’acquisto online. Una volta prelevato, basterà applicarlo al carrello del supermercato online per ottenere subito uno sconto sulla nostra spesa!

 

Versatile, utile ed efficiente: il menù settimanale

Volantini e codici sconto non sono gli unici strumenti per risparmiare tempo e denaro, anche il menù settimanale (o mensile) può fare la differenza. Pianificare i piatti della settimana ha molti vantaggi: permette di variare i cibi che si portano in tavola e di scegliere un’alimentazione sana ed equilibrata per tutta la famiglia; fa risparmiare tempo perché molte pietanze è possibile prepararle in anticipo; fa risparmiare soldi, perché evita sprechi di cibo e di risorse. Il menù settimanale, inoltre, rende più facile e veloce stabilire un budget per gli acquisti e stilare la lista della spesa. Sapere esattamente cosa mettere nel carrello consente di trascorrere meno tempo nel supermercato, soprattutto se la lista è divisa in base ai reparti, e impedisce quegli “sgarri” che non fanno bene alla salute e nemmeno al portafogli. E a proposito di denaro: un metodo innovativo per tenere traccia delle spese è quello del kakebo, termine giapponese che sta per “libro dei conti”. Si tratta, infatti, di un’agenda in cui annotare tutte le entrate e le uscite, in modo da tenere sotto controllo le finanze personali e familiari, ridurre gli sprechi e risparmiare fino al 30%.

 

Tips and tricks per una spesa intelligente

Sono numerosi i piccoli accorgimenti quotidiani che permettono di economizzare tempo e denaro e di fare una spesa più consapevole, primo fra tutti quello di comprare frutta e verdura di stagione che, oltre a costare meno, sono anche più ricche di nutrienti. Per i prodotti che si consumano con regolarità è possibile optare per le big size che hanno un prezzo leggermente più alto ma, al chilo, costano meno. Saper leggere le etichette è fondamentale per diventare abili risparmiatori, così come portare le buste riutilizzabili da casa e, se possibile, prediligere prodotti sfusi, in modo da eliminare il costo del packaging e fare un gesto d’amore per l’ambiente. Andare a fare la spesa negli orari meno affollati riduce il tempo di permanenza nel negozio, ma consente anche di trovare facilmente tutto ciò che serve, senza dover sostituire o barrare alcune voci della lista. 

Chi preferisce fare acquisti a fine giornata potrebbe trovare anche molti articoli in offerta, l’importante è andare al supermercato a stomaco pieno perché la fame è cattiva consigliera: girare tra le varie corsie e sentire l’odore invitante del pane, del formaggio e dei salumi oppure ritrovarsi per alcuni minuti davanti agli espositori di leccornie alle casse, infatti, spinge le persone ad acquistare impulsivamente ciò che non serve. Per ovviare a questo problema esistono le casse automatiche e la spesa online: sono sempre di più i negozi che effettuano consegne a domicilio negli orari più adatti ai propri clienti. Gli scaffali vanno guardati con attenzione: in genere gli articoli che costano meno si trovano in basso e sono prodotti a “marchio proprio” che hanno la stessa qualità (e talvolta lo stesso stabilimento di produzione) della merce più “famosa”.  Il modo migliore per risparmiare, però, è non sprecare il cibo e ingegnarsi per riciclare gli avanzi, magari seguendo le dritte di riviste e noti foodblogger.

Scroll Up