Home > Ultima ora Attualità > Il Comune prende il nautofono, torna a Rimini il “fischione della nebbia”

Il Comune prende il nautofono, torna a Rimini il “fischione della nebbia”

La giunta comunale ha approvato l’acquisizione gratuita dalla Consulta degli Operatori del Porto di Rimini, di un nautofono, da collocare, a cura e spese dell’Amministrazione Comunale, presso il Nuovo Molo Foraneo di Rimini.

Si chiude un dibattito che ha coinvolto la città sin dal 2011. Infatti durante i lavori di realizzazione della nuova barriera frangiflutti presso il Porto di Rimini, i rappresentanti della Capitaneria di porto e del Comando Zona Fari di Venezia comunicarono che avrebbero proceduto alla dismissione operativa dei segnalamenti da nebbia, i cosiddetti “nautofoni”, e fecero presente la possibilità di una eventuale riattivazione del nautofono da parte dell’Amministrazione Comunale, previa autorizzazione dell’ispettorato competente, prevedendone il posizionamento su un’altra struttura di sostegno, da ubicare all’estremità del nuovo molo foraneo di levante, poiché la precedente struttura di sostegno si trova in una posizione non più idonea a seguito della realizzazione del nuovo pennello foraneo.

Il riposizionamento del nautofono,  anche se l’attuale livello tecnologico degli apparati di navigazione lo rende superato, in determinate situazioni ambientali come quella riminese, tale strumento risulta ancora un valido come ausilio per la navigazione marittima a causa delle frequenti nebbie nel corso della stagione invernale che investono la costa di Rimini, che si aggiunge alla valenza simbolica dello stesso legata all’identità della città.

Scroll Up