Home > LA LETTERA > “Con l’Italia alla deriva Biagini si preoccupa di noi balneari?”

“Con l’Italia alla deriva Biagini si preoccupa di noi balneari?”

Caro avvocato Biagini,

parli bene e razzoli molto ma molto male… tutto il valore aziendale costruito con sacrifici e onestà (ai quali lei non ha mai minimamente accennato nelle sue uscite) e i clienti che abbiamo negli anni portato dalla nostra parte dove li mette egregio avvocato?

Secondo le sue affermazioni mi dica se chi subentra ad un altro concessionario (per la sua assurda direttiva che lei decanta cosi tanto e votata non all’unanimità ma a maggioranza nel parlamento Eu e il che la dice lunga sulla sua applicazione) parta da zero come abbiamo fatto noi (ho una concessione dagli anni 70 che lo stato mi ha dato e che allora nessuno voleva) o parta già da una posizione privilegiata dato che prende tutto a gratis? Secondo lei?

E non mi venga a dire che le concessioni sono a tempo perché sulle concessioni di allora (e io ne sono in possesso) c’erano scritte vita natural durante o 99 anni…. guarda caso questo suo accanimento non lìho riscontrato sull’assurda vicenda dei Benetton… anzi gli sono stati versati 9 miliardi… ma lei lo sa che le autostrade sono risorsa scarsa? E allora di che parliamo? E in più lei non è quello che parla che noi non dovremmo avere indennizzi? Come mai ai Benetton gli sono stati riconosciuti 9 miliardi?… Le sembrano pochi? E inoltre per colpe gravi… altro che interruzione di contratti…. le basta ?

La storia della risorsa scarsa è veramente ridicola perché se noi siamo scarsi le altre nazioni cosa sono? Tra fiumi laghi e mari ci sono 65000 km…tutto sul pianeta è scarso avvocato tranne il tempo… che facciamo togliamo tutto a tutti in nome del neoliberismo sfrenato e delle speculazioni senza senso? E la reciprocità con gli altri stati dovè?

Il giusto equilibrio sarebbe poter aprire il mercato a nuovi operatori ma solo dopo avere verificato che sui territori c è ne sia la possibilità… le mappature sono nei cassetti delle regioni dal maggio 2020…. chissà perché non vengono tirate fuori…. lei non si rende conto dei danni che sta arrecando al paese e ai lavoratori del settore tanto più che questa legge del ddl concorrenza è stata fatta da persona non eletta (Draghi) democraticamente… le sembra giusto? Con tutto quello che sta succedendo in italia lei pensa ai balneari? Si è mai chiesto che fine faranno queste persone? Chi ha un mutuo? Chi ha milioni di euro d attrzzature? Bar ristoranti? Che faranno verranno a casa sua a mangiare? E chi non ha più l’età per trovarsi il lavoro? E che non può andare in pensione? Dorme e mangia a casa sua?

Perché qui si parla di milioni di lavoratori non di usurpatori o ladri caro avvocato che hanno creduto in uno stato ladro e corrotto… i suoi messaggi rivolti a chi dovrà legiferare (quindi il nuovo governo) i decreti attuativi sono squallidi e di una bassezza al limite della minaccia…. torni con i piedi sulla terra e guardi la realtà di un’Italia che va alla deriva con famiglie che non hanno di che sfamare i propri cari o non trovano lavoro oppure non possono pagare bollette… e lei si preoccupa dei balneari e del legislatore? Ma in che mondo vive?

Antonio Graziosi

Ultimi Articoli

Scroll Up