Home > Ultima ora > Consiglio Comunale di Rimini: si allargano “Le Befane” e oasi verde nella cava Pesaresi

Consiglio Comunale di Rimini: si allargano “Le Befane” e oasi verde nella cava Pesaresi

Sono state tutte discusse e approvate le delibere all’ordine del giorno del Consiglio comunale di ieri sera, che riprenderà nelle prossime sedute la discussione sul Bilancio 2017 dell’ente con l’obiettivo di giungere alla sua approvazione entro la fine dell’anno.

In particolare il consiglio ha approvato a maggioranza (21 i voti favorevoli, 11 i contrari) la variante al “P.I.I. Via Flaminia – nuova realtà urbana” per la realizzazione di un nuovo deposito per l’ipermercato del centro commerciale “Le Befane”.

Approvato anche (23 i voti favorevoli, 9 gli astenuti) il programma di qualificazione e sviluppo aziendale presentato dalla Soc. Pesaresi Giuseppe s.p.a. per la realizzazione di opere edilizie in Rimini. Si tratta di un progetto edilizio di sviluppo della sede aziendale che comprende interventi per il restauro conservativo di un edificio ex fornace e la realizzazione di un nuovo edificio ad uso direzionale e di un nuovo fabbricato ad uso produttivo. Oltre agli aspetti di qualificazione e sviluppo aziendale, l’attuazione dell’intervento ha una rilevanza anche sotto il profilo ambientale, grazie alla rinaturalizzazione delle aree un tempo interessate dall’attività estrattiva di ghiaia. Nell’area è prevista infatti la creazione di una vera e propria “oasi naturalistica”, dedicata all’osservazione e allo studio a scopo didattico della fauna e della flora degli ambienti acquatici naturali.

Nel proseguimento della seduta il Consiglio ha poi discusso e approvato i criteri generali per la determinazione delle tariffe per l’esercizio 2017 relative al servizio di celebrazione dei matrimoni civili (21 i sì, 9 i no); la verifica delle aree da destinarsi alla residenza, alle attività produttive e terziarie, che potranno essere cedute in proprietà o in diritto di superficie nell’anno 2017 (20 i sì, 6 i no, 3 le astensioni); la delibera per la alienazione di porzioni di beni comunali (25 i voti favorevoli, 4 le astensioni).

Scroll Up