Home > Cronaca > Contagi Coronavirus, la provincia di Rimini sopra la media regionale dal 10-24 novembre

Contagi Coronavirus, la provincia di Rimini sopra la media regionale dal 10-24 novembre

La Fondazione GIMBE svolge monitoraggi su scala italiana e suddivisi anche su base regionale sull’andamento della pandemia coronavirus. Si tratta di una fondazione che non ha fini di lucro, ha lo scopo di favorire la diffusione e l’applicazione delle migliori evidenze scientifiche con attività indipendenti di ricerca, formazione e informazione scientifica, al fine di migliorare la salute delle persone e di contribuire alla sostenibilità di un servizio sanitario pubblico, equo e universalistico.

Il grafico illustra il posizionamento delle Province emiliano-romagnole (Bologna, Ferrara, Forlì-Cesena, Modena, Parma, Piacenza, Ravenna, Reggio nell’Emilia, Rimini) in relazione alle medie regionali di incidenza per 100.000 abitanti delle ultime 2 settimane (10 – 24 novembre) e dell’incremento percentuale dei casi (17 – 24 novembre).

Come si legge il grafico? L’incrocio dei quadranti indica i valori medi della Regione Emilia Romagna.

L’asse orizzontale indica i nuovi casi (incidenza) per 100.000 abitanti nelle ultime 2 settimane. Questo valore permette di stimare quanti casi, in un determinato periodo, sono positivi e potrebbero quindi trasmettere il contagio. L’asse verticale rappresenta l’incremento percentuale dei casi nell’ultima settimana. Questo valore indica la velocità di crescita dei nuovi casi.

Pensando all’immagine di un lavandino, l’asse orizzontale indica quanto la vasca del lavandino è piena d’acqua (stima di tutti i casi positivi in un determinato momento) mentre l’asse verticale indica quanto velocemente sta uscendo acqua dal rubinetto. Nel riquadro verde, quindi, si posizionano le Province dell’Emilia Romagna che registrano un numero di nuovi casi per 100.000 abitanti nelle ultime 2 settimane e un incremento percentuale dei casi nell’ultima settimana inferiori alla media regionale mentre, viceversa, le Province del riquadro rosso contano un numero di nuovi casi per 100.000 abitanti nelle ultime 2 settimane e un incremento percentuale dei casi nell’ultima settimana superiori alla media regionale. Il riquadro giallo raggruppa, invece, le Province che hanno valori superiori alla media regionale per nuovi casi per 100.000 abitanti nelle ultime 2 settimane (quindi che, verosimilmente, hanno la vasca del lavandino più piena) ma un più basso incremento percentuale (l’acqua esce dal rubinetto meno velocemente della media regionale). Nel riquadro arancione, invece, la vasca è meno piena (i casi positivi in quel momento sono meno rispetto alla media regionale) ma il rubinetto pompa più forte e la vasca ha una velocità di riempimento più alta (l’incremento percentuale dei casi è superiore alla media regionale, con il rischio di strabordare nel riquadro rosso).

Trend casi totali Regione Emilia Romagna per Provincia

Il grafico illustra l’andamento del numero totale dei casi nelle Province emiliano-romagnole (Bologna, Ferrara, Forlì-Cesena, Modena, Parma, Piacenza, Ravenna, Reggio nell’Emilia, Rimini) dal 15 luglio 2020.

I casi di contagi dal luglio 2020 vedono la provincia di Rimini avanti rispetto alle altre province della Romagna. I maggiori contagi si hanno nelle province dell’Emilia

 

Scroll Up