Home > Eventi Cultura e Spettacoli > Rimini: dal Ministero dei Beni Culturali 127.500 euro alle biblioteche per comprare libri

Rimini: dal Ministero dei Beni Culturali 127.500 euro alle biblioteche per comprare libri

A seguito del Decreto del 4 giugno del Ministero per i beni e le attività culturali che recita “a sostegno del libro e dell’intera filiera dell’editoria italiana” ai primi di settembre sono state assegnate alle Biblioteche del Riminese i seguenti contributi destinati all’acquisto di libri: a Rimini, Bellaria, Santarcangelo, Coriano, Cattolica, Misano Adriatico, Morciano di Romagna, Riccione, Verucchio euro 10.000 cadauno; a Montescudo-Montecolombo, a Novafeltria, Poggio Torriana, Saludecio, San Clemente, San Giovanni in Marignano, Archivio di Stato di Rimini euro 5.000 cadauno; a Gemmano euro 2.500. Per un totale di euro 127.500.

L’acquisto dei libri dovrà essere effettuato dalle biblioteche entro il 30 settembre.

Erano decenni che le biblioteche pubbliche non ricevevano più alcun contributo da parte dello Stato per l’acquisto di volumi. Lo Stato, nei provvedimenti d’emergenza per la pandemia COVID-19, ha stanziato 30 milioni di euro, per l’acquisto straordinario di libri da parte delle biblioteche dello Stato, delle Regioni, degli enti locali e degli istituti culturali che potranno arricchire i cataloghi acquistando il 70% dei nuovi volumi in almeno 3 librerie presenti sul proprio territorio.

«Questi provvedimenti – ha sottolineato Franceschini – introducono risorse straordinarie per acquisti di libri da parte delle biblioteche dello stato, delle Regioni, degli enti locali e degli istituti culturali. Questo è il modo più veloce per sostenere direttamente e indirettamente tutta la filiera del libro in difficoltà, dalle biblioteche alle librerie, agli editori, ai distributori, agli autori».

Ultimi Articoli

Scroll Up