Home > Politica > Coriano al voto, chi ci capisce qualcosa alzi la mano

Coriano al voto, chi ci capisce qualcosa alzi la mano

A Coriano si voterà a giugno dopo i cinque anni del sindaco “Mimma” Spinelli.

In questa tornata elettorale, l’unico comune che va al rinnovo a scadenza naturale. Si potrebbe pensare che sia molto più semplice formare liste e presentare le candidature a sindaco. Tutti, chi governa come chi è opposizione, hanno avuto il tempo per attrezzarsi. Invece non è così: nella politica di Coriano regnano incertezza e confusione al massimo grado.

Dei 5 Stelle abbiamo già scritto: due gruppi che si contendono il simbolo; entrambi sono capitanati da personaggi stranoti della politica corianese, ma, diciamo, “lavati con Perlana”.

Ma anche nel centro destra non si scherza.

Intanto sarebbe interessante sapere se la sindaca uscente, Mimma Spinelli, si ricandida. Una sua comunicazione sarebbe fra l’altro un atto doveroso per il sindaco uscente nei confronti dei suoi elettori.
Allo stato dell’arte la sindaca appare però sempre più isolata. Il suo “civismo” è stato tacciato da più parti, secondo le situazioni, di demagogia e populismo.

La Spinelli, vi è da dire, ha dovuto abbandonare l’idea di ricandidarsi con il Partito Democratico. C’è stato un periodo, più di un anno fa, in cuii era diventata sostenitrice di Matteo Renzi e c’era chi nel Pd (non di Coriano) pensava potesse essere praticabile una sua candidatura in stile “salto della quaglia”, da uno schieramento all’altro. Ipotesi bocciata sonoramente a Coriano e non solo.
Ovviamente, l’essersi convertita al renzismo, anche se solo per un periodo,  non è passato inosservato nel centro destra corianese. Dove infatti nessuno sta chiedendo al sindaco di ricandidarsi, mentre lei continua a tacere sul suo futuro.

Ma come sta il centro destra a Coriano? Non bene.

E’ morto alcuni giorni fa Paride Pulcinelli. E’ stato sino all’ultimo il referente corianese per FI. Era l’anima del centro-destra. Tutti parlavano con lui, lui parlava con tutti: era rimasto l’ultimo a farlo anche con la Sindaca. E’un vuoto importante per il centro destra, che non sarà facile colmare.

Tra i più attivi vi è sicuramente Aldo Sampaolo, candidato a sindaco nel 2009 per Pdl, Lega e Udc. In questi anni si è caratterizzato per una feroce opposizione alla Spinelli. Oltre ad avere un sito web, ha anche attivato un tavolo di confronto politico per le prossime elezioni amministrative. Il motto: tutti contro la Spinelli.

Infatti, con Sampaolo, si incontrano Ambrosini (medico, già candidato a sindaco nel 1995 con Forza Italia e Lega), Roberta Talacci (consigliera comunale per il PSI dal 1993 al 1995, compagna di Ambrosini), Fabia Tordi (candidata a sindaco con una lista civica nel 2013, determinante di fare perdere le elezioni al candidato del Pd Righetti).

Fabia Tordi è iscritta al Pd ed ha già dichiarato che il suo modello è quello del 2013. O è candidata per il centro sinistra oppure fa una sua lista. Ma non è detto che non possa essere candidata da una lista trasversale che possa uscire dal tavolo di Sampaolo.
A questo tavolo Sampaolo ha invitato a partecipare anche il vicesindaco Ugolini e l’assessore al bilancio Fabbri. Sampaolo parla anche con Nadia Rossi attuale commissario del Pd di Coriano.

Interessante la posizione di Gianluca Scarpa, assessore nella giunta di sinistra dal 1990/1993 con il Sindaco Girolomini. Umorale nelle scelte e nel sostegno ai diversi partiti, persona capace di aggregare, ciellino, attivo sui social. Ha partecipato al “tavolo” di Sampaolo, prima di aderire l’estate scorsa ai 5 Stelle. Nelle ultime settimane ha attaccato pesantemente anche il Pd. Ora guida uno dei due gruppi pentastellati.

Infine vi è la Lega. Alex Stacchini è stato promotore della Lega Nord a Coriano. Espulso nel 2010 dal suo delfino Matteo Zoccarato. Con liste di destra si è candidato ovunque. Ora nella Lega di Coriano comanda però Matteo Zoccorato che è anche consigliere comunale a Rimini.

La carta vincente, alla fine, per il centro destra potrebbe essere rappresentata dall’attuale Prosindaco di Coriano. Forse non tutti sanno che a Coriano, unico caso in regione, esiste anche un Prosindaco (figura non prevista dalle leggi vigenti) nella persona di Enrico Santini. I rapporti tra Sindaca e Prosindaco ultimamente si sono raffreddati. Per questa ragione una delle soluzioni che si sta valutando è proprio di una candidatura di Santini per il centro destra alternativa alla Spinelli.

DaCoriano

Scroll Up