Home > Ultima ora politica > Coriano, antenne telefonia. Il sindaco: “No a strumentalizzazioni”

Coriano, antenne telefonia. Il sindaco: “No a strumentalizzazioni”

Dopo la pubblica assemblea sul problema delle antenne di telefonia mobile e le indiscrezioni su nuove ipotesi di collocazione (tra le quali il campanile della chiesa) interviene il sindaco Spinelli per puntualizzare la reale situazione

“Nella trattativa con il gestore di telefonia l’amministrazione ha proposto 6 posti alternativi, tra questi le soluzioni migliori, per il gestore stesso, sarebbero state quella del campanile oppure quella del parcheggio antistante il cimitero.

Ricordiamo che l’ubicazione, per motivi tecnici, non può discostarsi da un’area stabilita e per cui il gestore ha obbligo da parte dello Stato di dare copertura.

Per il primo insediamento, nei pressi della scuola Favini, concesso da un privato, avendo acquisito tutti i pareri dagli organi competenti, l’autorizzazione  era già operativa e attuabile, quindi per una ulteriore chiarezza verso chi si ostina a strumentalizzare la situazione,  va detto che il sindaco e la giunta avrebbero fatto a meno di questo problema ma, con senso di responsabilità e rispetto delle norme, si sta affrontando anche questa situazione, al fine di trovare la posizione meno impattante possibile.

Detto questo ribadisco come sindaco l’appello ai privati che,  prima di fare contratti privatistici,  magari riflettano sugli impatti, anche paesaggistici, di queste antenne.

Personalmente,  in campagna sono contraria anche ai pannelli fotovoltaici a terra che deturpano il panorama e rubano spazio alle coltivazioni.”

 

Scroll Up