Home > Ultima ora politica > Coriano, dopo accoltellamento minoranza interroga sindaco: “Dicevate che andava tutto bene”

Coriano, dopo accoltellamento minoranza interroga sindaco: “Dicevate che andava tutto bene”

I Consiglieri comunali del Gruppo di minoranza “Insieme per Coriano” chiedono conto al sindaco Mimma Spinelli dopo il feroce ferimento avvenuto il 20 settembre scorso per fatti di droga..

“I fatti di cronaca che, gli scorsi giorni, hanno sconvolto il Comune di Coriano, non possono passare sotto silenzio. Non possiamo consentire che l’illegalità e la violenza siano ammissibili nella nostra Comunità”, scrivono i consiglieri in una nota.

“Per questo, abbiamo già presentato un’interrogazione alla Sindaca chiedendo precise risposte sulla questione sicurezza e sugli interventi di prevenzione del malessere sociale. In particolare, le chiediamo:
– se fosse a conoscenza di episodi legati allo spaccio di droga sul nostro territorio;
– quali politiche abbia intrapreso per garantire la sicurezza della città e quali misure di contrasto abbia adottato per arginare i fenomeni di malessere sociale e disagio giovanile”.

“Poiché crediamo che la sicurezza, o la sua mancanza, sia solo un aspetto di un fenomeno più complesso, che dobbiamo affrontare alle radici della cultura e della sensibilità dei cittadini, interroghiamo ancora la Sindaca, chiedendo:
– quali siano le politiche giovanili adottate da questa amministrazione per prevenire comportamenti a rischio e promuovere azioni di supporto alla educazione e alla formazione giovanile;
– quali politiche abbia attuato per riqualificare e valorizzare i luoghi adibiti all’aggregazione giovanile presenti sul nostro territorio”.

“Questa volta, ormai colpiti da un evento drammatico, ci aspettiamo risposte chiare, non la sufficienza che ci è stata riservata dall’Assessore Ugolini e dall’Assessore Santoni, i quali, durante il Consiglio Comunale, svolto nel mese di maggio, alla proposta di collaborazione per progettare insieme un piano a sostegno delle politiche giovanili, hanno dichiarato che non emergevano particolari bisogni né tantomeno venivano presi in considerazione fenomeni di malessere sociale”.

“Cara Sindaca e cari Assessori, non è tutto a posto e ora che il malessere si è manifestato nel peggiore dei modi, sono necessari interventi rapidi, efficaci e lungimiranti. Attendiamo un serio riscontro e impegni precisi”, concludono i consiglieri comunali.

Scroll Up