Home > Politica > Coriano.Intervista al candidato Sindaco per “Progetto Comune” Domenica Spinelli

Coriano.Intervista al candidato Sindaco per “Progetto Comune” Domenica Spinelli

“Progetto Comune” esce finalmente allo scoperto, mostrando le proprie carte. Come preannunciato, è ancora la Spinelli a capo di “Progetto Comune”, stravolgendo la Lista di 5 anni fa. I sopravvissuti del 2012 sono Gianluca Ugolini, Michele Morri e Roberto Bianchi; per il resto gli ingressi dei novizi sono ben 13. In totale ci sono 10 uomini e 6 donne, con un’età media di 45 anni. Ripercorrendo i 5 anni, la Spinelli ha rimarcato come è stato difficile governare dopo un Commissariamento: i primi tre anni sono stati veramente difficile a causa del ripianamento dei debiti, mentre gli ultimi due sono stati di crescita. Sempre il Sindaco uscente ha promesso che rimarrà intatta la linea guida degli ultimi 5 anni, ovvero il senso di responsabilità verso i cittadini e il senso di legalità. Una volta finita la presentazione della Lista questa mattina, abbiamo preso il Sindaco da parte per la prima delle interviste che chiamamicitta.it farà ai Candidati Sindaci corianesi di questa tornata elettorale.

 Qual è stato il provvedimento o atto che l’ha resa più orgogliosa e qual è quello che non vorrebbe mai aver preso?

“La partita più difficile è quella legata al salario accessorio dei dipendenti, dove, per senso di responsabilità, e dopo l’indagine della Guardia di Finanza con 8 indagati, è chiaro che un ente deve intervenire. Quindi, nel momento in cui nel 2014, c’è stato il decreto “Salva Roma” non applicabile alla situazione, abbiamo fatto questo intervento a tutela dell’Ente”. Incalzo chiedendo se aveva scelta e la risposta è stata “Non avevo scelta”. “La cosa che più mi rende orgogliosa invece è aver guidato una squadra di persone che non è prestata alla politica e di essere arrivati qui con una team compatto e con esperienza nell’attività amministrativa, ma con innesti nuovi e freschi”.

 

Quando si litiga si è sempre in due. Come mai i rapporti con le opposizioni sono sempre stati così tesi?

“Partiamo dal fatto che anche io ho fatto opposizione, e puoi scegliere se fare un’opposizione costruttiva o distruttiva. In questi 5 anni ho visto solo attacchi alla persona, senza mai avere un atteggiamento costruttivo. E’ chiaro che, quando si litiga, si da il peggio di sè. Io, non a caso, nel penultimo Consiglio Comunale dove abbiamo raggiunto un livello di scorrettezze talmente squalificanti che mi sono sentita di chiedere scusa a nome di tutti, perchè anche io non mi sono comportata in maniera consona al ruolo che attualmente ricopro”.

 Macchina Comunale. Avete cambiato 3 segretari comunali, molti dirigenti e in più c’è anche la causa con i dipendenti. I prossimi 5 anni saranno meno irrequieti? Inoltre verrà riproposto lo Staff del Sindaco?

“La Macchina Comunale è un erogatore di servizi, e per erogare i servizi devi avere una macchina efficiente. Noi rispetto agli altri Comuni siamo penalizzati, partendo dal fatto che i dipendenti sono molto pochi. Basti pensare che Coriano può contare su 40 dipendenti a tempo pieno mentre Riccione su 492. Abbiamo creato delle Posizioni Organizzative con il chiaro intento di dare un segnale di rottura, e nel corso degli anni abbiamo fatto gli aggiustamenti che ritenevamo più opportuno. Sullo Staff del Sindaco posso dire che è un dipendente come tutti gli altri, ma con la differenza che ha dei rapporti politici con la parte che governa. Nel corso degli anni si è dimostrato una persona fondamentale, pertanto sarà confermato”.

 Valorizzazione del Territorio. Finalmente Coriano ha fatto un salto di qualità valorizzando il territorio e le aziende locali. Molto è stato fatto, e dando per scontato che continuerete su questa linea, rimane da capire quali saranno le novità in questo settore?

“Il nostro merito è quello di aver costruito una relazione nel territorio. Innegabile è il fatto che l’attività politica fatta da chi ci ha preceduto ha solo creato divisione, su un collocazione geografica che già divide. Prendendo come esempio le Cantine, noi abbiamo lavorato sulle diversità per unire il lavoro che li accomuna, da qui sono nati eventi come il Sangiovese Street Festival oppure come l’evento di Miss Italia che ha portato tutti i vini di Coriano a Jesolo. Le novità saranno costruire un BRAND e il Progetto MARE/COLLINA.

 Si definirebbe ancora Renziana?

“Tutto è nato da una mia dichiarazione che diceva pur non avendo una tessera del PD mi sento Renziana per la visione, la strategia e la velocità di cui Renzi parlò alla Conferenza Stampa all’Expo. Io a Coriano ho messo in piedi ciò che Renzi predicava dal palco dell’EXPO”. Intervengo, quindi smentisci di essere una Renziana? “Non sono una Renziana ma vorrei anche dire che Renzi non è uno di Sinistra. Renzi è un bravo politico, con delle grosse capacità a livello di immagine e di comunicazione”. L’occasione è ghiotta e chiedo se hai mai chiesto di entrare nel PD, lapidaria la risposta: “Assolutamente No”.

 Microcriminalità: è da un po’ di tempo che i cittadini stanno subendo questo disagio (danni al parco, rifiuti lasciati ovunque, macchine rigate). Come intendete affrontare il problema?

“E’ un problema serio che stiamo cercando di risolvere attraverso un controllo severo con le forze dell’ordine. Infatti posso dire che sono oltre 100 le multe rilasciate, ma ovviamente tutto questo non basta. C’è un progetto in accordo con la Regione che porterà all’installazione di diverse telecamere sul territorio, in modo da fare da deterrente nei confronti di questo problema”.

 Grandi Progetti: dopo un periodo di “vacche magre” Coriano deve tornare ad investire in infrastrutture. Avete nel cassetto un Grande Progetto?

“Ci sono diversi progetti che vorrei portare a termine, nel caso in cui verrò riconfermata. Il primo è il Gattile, che dovrà insediarsi al posto dell’ex Canile”. “Il Secondo è un asilo nido, con gestione pubblico/privato, da realizzare in Via Borgata ad Ospedatto e il terzo è la Residenza Teatrale per gli Attori che lavorano al Teatro Corte. Dovrà essere un luogo a disposizione per tutte le persone che frequenteranno il nostro Teatro per lavoro, con l’aggiunta della Scuola di Musica e di Pittura”.

 Nel programma di 5 anni fa, avevate inserito i Consigli Comunali sul web e i Consigli di Frazione. Tralasciando le motivazioni del perché non li avete fatti, avete intenzioni di farli nei prossimi 5 anni?

“Innanzitutto ci tengo a specificare che il tutto non è stato fatto per questioni di soldi” e qua, dato che un po’ di esperienza penso di averla, intervengo spiegando che non servono soldi, dato che con Youtube si può fare una diretta senza costi, utilizzando una connessione e una telecamera; il Sindaco riprende la parola “non solo porteremo i consigli comunali sul web, ma, dato che il Segretario Comunale mi ha dato parere favorevole, faremo i Consigli Comunali itineranti nelle varie Frazioni”.

 Capitolo Fusioni: siete disponibili ad iniziare il processo che porta alla Fusione con altri Comuni? Se si con quali/e?

“La Fusione tra Comuni è un processo molto delicato e soprattutto partecipativo. Io sono assolutamente favorevole ad una Fusione, e per rispondere alla tua domanda, guardo verso il mare. Una fusione con Riccione e, perchè no, con Misano, è una cosa da non sottovalutare.

 Sicurezza sulle strade: le condizioni del manto stradale è uno dei problemi più sentiti dai cittadini. Nei prossimi 5 anni riuscirete ad asfaltare almeno il 50% delle strade?

“La situazione che abbiamo ereditato è sotto gli occhi di tutti, e posso dire che abbiamo fatto tutto il possibile. Però, per rispondere alla tua domanda, non mi accontento del 50%, ma voglio arrivare almeno al 70%”.

Piste Ciclabili. Siamo uno dei pochi Comuni che non ha un metro di pista ciclabile. E’ utopia progettare un percorso dove i bambini possono arrivare direttamente a scuola con le bici? Inoltre a che punto è il progetto della Pista Ciclabile lungo il Marano?

“Anche su questo punto mi sento di dire che cambieranno tante cose. Dobbiamo iniziare a regalare ai nostri figli delle Piste Ciclabili, dove potranno ‘girare’ in maniera tranquilla e serena per Coriano. Per quanto riguarda la pista ciclabile che collegherà Coriano con Riccione lungo il fiume, abbiamo fatto nostro il progetto e mi sento di rispondere in maniera tranquilla che, se verrò confermata, entro la fine del mandato si vedrà il completamento di questo progetto ambizioso”.

 Comunicazione: come è nata la decisione di fare un giornalino Comunale proprio a ridosso delle elezioni? Come rispondete a chi vi accusa di fare propaganda elettorale con i soldi pubblici?

“Durante i vari incontri che abbiamo fatto, i più anziani ci hanno sollecitato più volte di tornare alla carta stampata. In Giunta abbiamo stanziato per il 2017 l’importo per 3 uscite e, ne approfitto per comunicare che la prossima uscita è prevista per agosto, pertanto smentisco subito che non sarà uno strumento ‘da campagna elettorale’ ma solo per informare”.

 Situazione Immigrati. La Prefettura spinge per accoglierne altri sia nel nostro Comune che in tutta la Provincia. La sua sarà una linea “Boldriniana” o “alla Salvini”?

“Partiamo dal presupposto che non condivido come viene gestito il problema a livello internazionale, però tornando alla nostra realtà posso affermare che a Coriano non ci sono spazi pubblici da destinare agli immigrati, mentre i privati, con le cooperative in primis, prima di prendere iniziative devono condividere con l’Amministrazione il proprio progetto”.

 In conclusione, qual è l’augurio che si sente di fare al prossimo Sindaco?

“Auguro al prossimo Sindaco di continuare a far volare Coriano e i Corianesi su libere ali”.

 

Scroll Up