Home > Intervista > Coriano: intervista a M. Rosaria Apicella, candidato Movimento 5 stelle

Coriano: intervista a M. Rosaria Apicella, candidato Movimento 5 stelle

Basta leggere qua e là su Facebook per notare che tra i due meetup grillini di Coriano non scorre buon sangue. Cosa è successo di preciso?

Oltre a disguidi personali tra alcuni componenti dei due gruppi, il bivio che ha portato a prendere due strade differenti è stata la scelta di presentarsi a questa tornata elettorale. Il nostro gruppo sosteneva e tuttora sostiene che siamo pronti e maturi per le elezioni, mentre l’altro meetup era propenso per una NON candidatura del Movimento. Per questo motivo le nostre strade si sono divise. Nonostante questo però, i due gruppi continuano a collaborare tra loro”.

Cosa ne pensa del fatto che la Raggi abbia mandato 350 tn di rifiuti romani a Raibano? Secondo lei è giusto che i Corianesi devono bruciare i rifiuti romani?

Ovviamente non è giusto, ma non siamo noi a decidere, dato che i rifiuti arrivano dal “libero mercato”, pertanto non è di competenza del Comune. Questo non vuol dire che le regole devono rimanere così e noi lavoreremo soprattutto per cambiare tutto questo”.

Come giudica l’operato della Giunta Spinelli?

Non mi piace polemizzare, però posso dire che la situazione non sia migliorata. Coriano è rimasto fermo a 5 anni fa, questa amministrazione è rimasta legata alla vecchia politica e a logiche clientelari. Secondo noi il giudizio su questa Amministrazione arriverà l’11 giugno con il voto, il nostro interesse ora è quello di farci conoscere e non criticare le precedenti amministrazioni”.

Microcriminalità: come intendete affrontare la situazione? 

Nel lungo periodo bisogna lavorare a monte, soprattutto a livello educativo partendo proprio della scuola. Nel breve termine invece interverremo con l’installazione di telecamera collegate con le forze dell’ordine”.

Democrazia partecipata: facile a dirsi ma sempre difficile a farsi. Quali sono le vostre idee per avvicinare i cittadini alla politica? 

Noi siamo cittadini per i cittadini, abbiamo intenzione di fare incontri periodici con la popolazione e con le associazioni locali. Noi ascolteremo le esigenze dei corianesi, facendo vedere il nostro lavoro fatto in Comune, per poi affrontare con loro i problemi cercando le soluzioni, che dovranno essere sostenibili, legali e di interesse collettivo. Per esempio, se usavamo questo metodo qualche mese fa, i cittadini di Sant’Andrea in Besanigo non avrebbero scelto di asfaltare la strada intorno all’inceneritore ma avrebbero scelto di asfaltare Via della Repubblica. Aggiungo, prima dell’inizio dell’inizio del Consiglio Comunale, daremo spazio a cittadini con un “question time”, dove ogni cittadino potrà interrogare l’Amministrazione Comunale per sottoporre domande, proposte o per evidenziare problematiche, il tutto, ovviamente, in diretta streaming”.

Carla Franchini è una delle personalità del Movimento 5 Stelle di tutta la provincia di Rimini ma anche un Dipendente del Comune di Coriano. Da parte vostra è un problema o tratterete la Dipendente Franchini come qualsiasi altro dipendente? 

Noi tratteremo il dipendente Carla Franchini come tutti gli altri. Non ci saranno preferenze di nessun tipo”.

Fusioni: siete disponibili ad iniziare il processo che porta alla Fusione con altri Comuni? Se si con quali/e?

Non siamo d’accordo con eventuali fusioni, Coriano deve rimanere Coriano. Ciò non toglie che lavoreremo per eventuali collaborazioni con altri Comuni”.

Questione causa con i dipendenti del Comune: cosa farebbe al posto dell’attuale Sindaco?

E’ un bel dilemma. E’ noto che il Comune di Coriano è in causa con i propri dipendenti in quanto ritiene che gli siano stati corrisposti compensi superiori al dovuto. Ebbene, è sempre nostro principio inviolabile quello di rispettare la legge. Conseguentemente, dato che c’è un giudizio pendente riponiamo la massima fiducia nella magistratura e rispetteremo quanto dichiarato in sentenza. Tuttavia, dato che la situazione crea non poco malumore e preoccupazione tra i dipendenti Comunali, riteniamo che, in caso di soccombenza in giudizio, il Comune non debba impugnare la sentenza che dovesse essere favorevole ai dipendenti Comunali”.

Infrastrutture: avete un grande progetto per Coriano?

Il nostro sogno nel cassetto è la creazione di un asilo nido. Riteniamo che si tratti di un servizio primario indispensabile nel nostro Comune di cui i cittadini non possono farne a meno. Inoltre, stiamo valutando ad una nuova struttura chiamata “Casa della Storia”. Vogliamo individuare una struttura Comunale, magari dismessa e dimenticata, per rimetterla in sesto e farne un luogo di accoglienza per anziani e asilo per i bambini. In questa struttura si potranno organizzare attività dove coinvolgere gli anziani in modo che possano trasmettere le loro storie, le loro esperienze, la nostra storia, al nostro futuro”.

Teatro Corte: se dovesse diventare Sindaco, continuerà con una gestione del Teatro tramite una compagnia come Fratelli di Taglia oppure in economia utilizzando le risorse umane del Comune?

La gestione del Teatro verrà in economia, utilizzando non solo le risorse umane del Comune ma, con l’aiuto di tutti gli “attori e artisti” del nostro paese. In questo modo il Teatro tornerà ad una vera funzione sociale e culturale. Inoltre, proporremo il Teatro a tutte le associazioni di categoria del riminese e per eventuali Convention”.

Fabio Bacchini

Scroll Up