Home > Ultima ora Attualità > Coriano, Petroltecnica: appello alla responsabilità in una lettera dei lavoratori alle istituzioni

Coriano, Petroltecnica: appello alla responsabilità in una lettera dei lavoratori alle istituzioni

Lettera dei lavoratori indirizzata alle istituzioni. In particolare al Presidente della Repubblica, al Presidente del Consiglio, al Ministro dello Sviluppo Economico e del Lavoro, al Ministro dell’Ambiente, al Presidente della Regione Emilia Romagna, al Presidente della Provincia, al Prefetto, al Vescovo, ai Parlamentari, al Sindaco del Comune di Coriano e alla sua Giunta, ai Sindaci dei Comuni del circondario, ai sindacati, a Confindustria, alle associazioni di Categoria e agli organi di stampa.

Noi lavoratori di Petroltecnica S.p.A. e di Rovereta S.r.l. di Coriano, fortemente preoccupati per il destino dei nostri posti di lavoro dopo mesi di incontri e di trattative tra le parti interessate nei procedimenti in corso che interessano le nostre aziende, e che alla data odierna non sono approdate ad una chiara definizione, ci permettiamo di sottoporre alla Vostra cortese attenzione alcune considerazioni e domande in merito ad una situazione che non è più sostenibile. Certi e grati per Vostro auspicato riscontro e rinnovata attenzione.

1) Lavoriamo in aziende tipiche del tessuto industriale e dell’eccellenza italiana che rischiano di chiudere non per una crisi di mercato!

Siamo un gruppo di aziende che opera da oltre 40 anni nell’ambito del recupero di aree inquinate e nel trattamento dei rifiuti in un’ottica di economia circolare e siamo fortemente orgogliosi di essere stati i pionieri di questi principi.

Le aziende sono riconosciute a livello nazionale e internazionale per la professionalità e le tecnologie di avanguardia dal punto di vista della salvaguardia ambientale e del recupero dei rifiuti.

Operiamo in un settore delicato, strategico per il futuro delle prossime generazioni, e più che mai attuale, concentrando tutti i nostri sforzi professionali a beneficio della salvaguardia del nostro pianeta, applicando le migliori tecnologie disponibili sul mercato.

Riconosciamo che il settore in cui operiamo può essere facilmente oggetto di pregiudizi, fraintendimenti condizionati spesse volte da informazioni fuorvianti che rischiano di dare una visione distorta della nostra realtà industriale.

In questi mesi siamo stati oggetto di considerazioni fuorvianti che ci hanno portato sulle prime pagine dei giornali rappresentando il nostro impianto con foto fake che non ci riguardano ma che inevitabilmente hanno condizionato l’opinione pubblica.

Premesso quanto sopra, con l’ansia e la trepidazione che assale noi e le nostre famiglie ci permettiamo di lanciare un APPELLO ALLA RESPONSABILITÀ a tutte le persone di buona volontà coinvolte.

Siamo certi di operare in aziende che sono un valore aggiunto per la società e che la loro esistenza contribuisca realmente al bene comune di tutta la collettività ed in particolare del nostro territorio.

Confidiamo che in questo momento di grande confusione, le istituzioni e la politica, quella vera, intesa come ricerca del bene comune, possano trovare in pochissimi giorni la strada per una risoluzione tempestiva”.

I Lavoratori di Rovereta Srl e Petroltecnica Spa

Scroll Up