Home > Primo piano > Coronavirus, positivi 47 pazienti in Regione. Due casi nuovi a Rimini

Coronavirus, positivi 47 pazienti in Regione. Due casi nuovi a Rimini

Sono due i pazienti risultati positivi a Covid 19 nella giornata di oggi a Rimini. Sono entrambi di sesso maschile, rispettivamente di 48 e 56 anni; il primo collaboratore occasionale della trattoria La Romagnola di San Clemente, mentre il secondo è un amico e cliente del 71 enne di Cattolica attualmente ricoverato a Rimini.

La prefettura di Rimini fa sapere che “si resta al momento in attesa degli altri tamponi che al momento sono complessivamente 13. Sono al momento oltre 40 le persone in isolamento volontario perché collegate al caso iniziale”.

Il 71enne tornato da un viaggio in Romania, assieme a un amico marchigiano risultato essere il secondo caso positivo nella Regione Marche. Sembra che la trattoria fosse frequentata da persone arrivate da Codogno o comunque dalle zone dei focolai veneti e lombardi.

Lo ha detto in conferenza stampa in Regione l’assessore alla sanità Sergio Venturi. Forze dell’ordine e autorità sanitarie stanno indagando su possibili correlazioni con i casi riscontrati nel nord italia.

Due delle persone risultate positive a Covid19 a Rimini sono ricoverate nel reparto di malattie infettive dell’Ospedale di Infermi e in condizioni buone e stabili. Il terzo è asinotomatico e in quarantena a casa sua.

Intanto salgono a 47 i casi totali registrati in Regione. Da Piacenza è arrivata una notizia positiva: una donna risultata positiva al tampone ha partorito un bambino sano. Tre pazienti sono in terapia intensiva, uno a Modena e due a Parma.

Nei prossimi giorni la speranza delle autorità è quella di accertare correlazioni tra il focolaio lombardo e i casi riminesi. E molto probabilmente il numero dei contagiati è destinato a salire per via dei tanti tamponi che verranno eseguiti sulle persone entrate in contatto con il ristoratore cattolichino.

Ricapitolando sono 8 i casi risultati positivi a Modena, 8 quelli positivi a Parma, 28 a Piacenza, 3 a Rimini.

In generale, sottolinea ancora la Prefettura: “Si invitano coloro che si sono recati nel locale nelle ultime settimane, a contattare l’Ufficio di Igiene Pubblica di Rimini al numero dedicato dell’Igiene Pubblica 3397720079 in orario diurno (ore 8:30 – 18)”.

Infine, AUSL ribadisce, ancora una volta, “che chi ritiene di aver avuto contatti col virus non deve recarsi personalmente dal proprio medico di famiglia o in Pronto soccorso. Deve, invece, contattare telefonicamente il medico di famiglia o può rivolgersi al numero dedicato dell’Igiene pubblica sopra riportato o al 118 o ai numeri verdi 1500 e 800 033 033. Per quanto attiene all’esecuzione dei tamponi va precisato che per la loro effettuazione devono sussistere precisi criteri epidemiologici e che vanno effettuati nei tempi dovuti poiché altrimenti sussiste il rischio di falsi negativi”.

 

Scroll Up