Home > Cronaca > Coronavirus, tre nuovi casi in Provincia legati al ristoratore. Hanno 16, 63 e 80 anni

Coronavirus, tre nuovi casi in Provincia legati al ristoratore. Hanno 16, 63 e 80 anni

Nella mattinata di oggi sono stati  scoperti  altri tre pazienti positivi al Covid 19. Questi ultimi si sommano ai 3 già riscontrati tra martedì e mercoledì. Gli esiti provengono dai 13 tamponi effettuati ieri, i contagi sono correlati con il ristoratore di Rimini reduce da un viaggio in Romani.  Tra i nuovi pazienti affetti da Covid 19 figura uno dei dipendenti del ristorante di cui è titolare il settantunenne cattolichino.

Nella tarda serata di ieri era arrivata la notizia del primo contagio avvenuto in Romania, legato al viaggio del ristoratore cattolichino di 71 anni. Il paziente è un ventenne ricoverato ora a Bucarest, i cui familiari sono stati posti in quarantena. Sempre in Romania, il titolare della Trattoria la Romagnola si era recato con un amico di Urbania, anche lui risultato positivo al tampone.

Ecco chi sono. Si tratta di un dipendente della trattoria di 63 anni che non ha sintomi e che dunque si trova in quarantena domiciliare volontaria, e due soggetti, una donna di 80 anni ed un giovane di 16, che potrebbero aver avuto contatti indiretti con l’attività stessa o con suoi dipendenti.

Questi ultimi due  sono attualmente ricoverati in ospedale ma in condizioni buone e stabili. Per il ragazzo si sta valutando la dimissione in tempi brevi. Più in generale le condizioni di tutti i pazienti risultano buone e stabili.

Attualmente restano 5 tamponi in attesa di risposta.

È, inoltre, ricoverato sempre nel reparto di Malattie Infettive presso il nosocomio di Rimini un paziente della Repubblica di San Marino.

Intanto i Carabinieri stanno indagando con l’autorità sanitaria sui probabili contatti avvenuti in trattoria con alcuni operai in trasferta dalle zone dei due focolai già noti.

Sono invece 97 i casi positivi in Emilia-Romagna. Nessuno dei nuovi pazienti in terapia intensiva, la maggior parte in condizioni non gravi, molti senza sintomi. Dato in crescita per l’alto numero di tamponi refertati in regione, oltre 1.000 – anche sugli asintomatici – prima delle nuove disposizioni nazionale.

Complessivamente sono 63 a Piacenza, 18 a Modena, 10 a Parma e 6 a Rimini. I nuovi casi riguardano prevalentemente Piacenza, dove sono 35; 10 a Modena (tra cui 7 riconducibili alla persona che si era recata nel Lodigiano, un uomo che ha ricevuto la visita del figlio arrivato dalla Lombardia e due persone sulle quali sono in corso approfondimenti epidemiologici); 2 a Parma e 3 a Rimini (tutti correlati al primo paziente di Rimini.

 

Scroll Up