Home > Primo piano > Coronavirus, Venturi: “Lockdown totale? E’ stato errore. Meglio interventi mirati”

Coronavirus, Venturi: “Lockdown totale? E’ stato errore. Meglio interventi mirati”

L’ex commissario per l’emergenza Coronavirus in Emilia Romagna Sergio Venturi è intervenuto ieri in video conferenza organizzata dai Giovani Democratici. E ha speso alcune parole per ricordare i giorni in cui fu sancito il lockdown totale del Paese.

Se dovessi rifare un lockdown domani, non lo rifarei come l’abbiamo fatto. Non si può chiudere un intero paese quando non ce n’è alcun bisogno”. Parola di Sergio Venturi, ex commissario all’emergenza coronavirus dell’Emilia-Romagna. Per Venturi, sono più efficaci lockdown “mirati in alcuni focolai particolarmente aggressivi”. Insomma, “conviene intervenire nel piccolo, questa è la lezione che abbiamo imparato quest’inverno”.

A riportarlo l’agenzia Dire.

Venturi, che in Regione è stato anche assessore alla Sanità, ne ha parlato ieri pomeriggio durante una lunga diretta organizzata dai Giovani democratici dell’Emilia-Romagna. Zone rosse ristrette, dunque, come quelle che la Regione ha deciso per arginare il contagio a Piacenza, a Rimini e a Medicina.

Il “rammarico” confidato da Venturi è proprio che non si sia deciso da parte del Governo di includere una parte del piacentino nella zona rossa della vicina Codogno, primo focolaio conclamato dell’epidemia in Italia. Ma quelle di Rimini e Medicina sono state decisive per evitare che diventassimo una seconda Lombardia”, rivendica l’ex commissario, a proposito della chiusure ulteriori in quelle zone. Blindando Medicina, in particolare “abbiamo evitato che Bologna diventasse Bergamo”.

Scroll Up