Home > Ultima ora Attualità > Coronavirus, Venturi pensa ai bambini: “Visiere da supereroi per distanziarli giocando”

Coronavirus, Venturi pensa ai bambini: “Visiere da supereroi per distanziarli giocando”

Come gli adulti anche i bambini devono imparare le regole di distanziamento e igiene. Meglio se aiutati con espedienti che coniughino il tutto con il gioco e il divertimento. Eccolo il senso dell’intervento del commissario ad acta Sergio Venturi nella conferenza stampa in streaming di questo pomeriggio sull’andamento dell’epidemia da Coronavirus. Venturi propone di introdurre alcuni espedienti importandoli dalla Cina.

Condivido alcune significative iniziative che ho visto predisporre in Cina – ha spiegato Venturi – Per esempio si sono diffusi dispenser per i gel igienizzanti che assomigliano a dei topolini con le orecchie, visiere da supereroi da indossare. Alcune soluzioni di questo tipo possono essere gradite ai bambini e penso anche ai copricapo con le antenne orizzontali che abituano i più piccoli a non toccarsi il volto e a stare distanti.

“E’ necessario che tutti pensino a come convivere con il distanziamento finché non si troverà un vaccino o una cura e quindi anche i bambini devono essere agevolati nell’imparare ad adottare questi comportamenti“.

Più in generale il commissario ad acta ha spiegato che è necessario “quanto prima pensare al ritorno dei più piccoli tra i banchi, ora che si sta pensando alla riapertura progressiva di tutti i settori. Dovrebbe aiutarci il fatto che i più piccoli si ammalino poco o con sintomi lievi. Riaprire è sempre un rischio, ma pensare a soluzioni per la sicurezza potrebbe aiutare i bambini a riprendere una vita più normale“.

Scroll Up