Home > Cronaca > Corrado Della Vista: “Turismo soffre, ridurre le quarantene Covid a tre giorni”

Corrado Della Vista: “Turismo soffre, ridurre le quarantene Covid a tre giorni”

Abbiamo chiesto a Corrado Della Vista presidente di Conflavoro PMI Rimini e imprenditore turistico una riflessione sulla situazione attuale dell’attività turistica.

Ci avviciniamo all’apice della stagione turistica. Della Vista quali problemi inediti hanno le attività turistiche?

“Sono sempre di più i malati Covid-19 e le difficoltà per le imprese aumentano, sento ogni giorno di proprietari di strutture alberghiere, ristoranti, stabilimenti balneari, persone che purtroppo non stanno andando a lavorare perché in isolamento, e quindi stanno mancando una serie di servizi”.

L’isolamento è una garanzia per tutti. Personale e ospiti. Cosa propone?

“Le misure da rispettare per un positivo prevedono da 7 a 10 giorni di isolamento e spesso senza sintomi. Un tempo che mette in seria difficoltà le aziende sia nell’attività gestionale che economica. Per l’azienda i costi sono doppi. Per pagare, almeno in parte, il lavoratore in quarantena e i costi per il sostituto. Se ad essere positivo è il titolare dell’azienda il rischio che si fermi tutto”.

Tutto chiaro, ma si tratta di norme sanitarie. Quali soluzioni alternative per garantire la sanità e il lavoro?

“Due proposte che possono essere condivise anche dalle istituzioni. In primo luogo, ridurre al minimo i giorni di quarantena. All’estero quasi ovunque le regole sono già adesso più soft. In Spagna e Inghilterra, ad esempio, non è più previsto l’isolamento per i positivi, mentre in diversi altri Stati tra cui Germania e Stati Uniti i giorni di “quarantena” sono ridotti a cinque. Anche se il numero delle diagnosi stia iniziando a scendere, in Italia ci sono quasi 1 milione e mezzo di persone isolate a casa perché positive al virus”.

La seconda proposta?

“Tutto a carico dell’Inps sin dall’assenza del primo giorno di lavoro. Aggiungo anche una proposta che potrebbe creare polemiche ma che invece può essere utilmente utilizzata. Approvare dei voucher di lavoro per le sostituzioni urgenti”.

Ultimi Articoli

Scroll Up