Home > Cultura e Spettacoli > Corrado Tedeschi è L’uomo che amava le donne, “ma oggi la tv le riporta all’età della pietra”

Corrado Tedeschi è L’uomo che amava le donne, “ma oggi la tv le riporta all’età della pietra”

Il teatro Massari di San Giovanni in Marignano chiude la stagione teatrale alla grande. Per l’ultimo spettacolo, in programma questa sera sabato 26 maggio, alle ore 21, Corrado Tedeschi porterà in scena l’Uomo che amava le donne, opera ispirata al celebre film di François Truffaut. Tedeschi, 65 anni da Livorno, ex calciatore (ha giocato nelle giovanili della Sampdoria), notissimo conduttore televisivo di diversi programmi (uno su tutti ‘Il gioco delle coppie’ di Canale 5), E circa 10 anni fa ha combattuto e sconfitto un cancro al colo. Corrado Tedeschi è soprattutto, un attore, diplomato all’Accademia Stabile del Teatro di Genova e ci racconta la sua passione per il teatro e la recitazione.

Corrado Tedeschi, lei è stato un calciatore, ha fatto il conduttore televisivo in passato e ora continua a fare l’attore. In quale di questi campi si sente di aver espresso tutto se stesso?

«Sono tutte forme di espressione diverse ma importantissime. La mia vita è il teatro, il calcio per ragioni anagrafiche è un ricordo lontano ma indimenticabile. La televisione ti regala una cosa preziosissima: la popolarità, un patrimonio che, con onestà, un artista porta con sé per tutta la vita. Purtroppo, oggi, la TV è diventata una palestra per dilettanti».

Lei porterà in scena “l’Uomo che amava le donne”. A proposito di donne e amore, in questi mesi, al centro dell’attenzione mediatica c’è stato il caso Weinstein e le molestie nel mondo dello spettacolo. Cosa ne pensa a riguardo?

«A me fa ribrezzo un uomo che usa il potere per avere una donna e penso che Weinstein sta avendo quello che si merita. Tuttavia mi auguro che le donne puntino meno sull’apparenza e di più sullo studio e sul talento. Oggi, in televisione  passa un’immagine della donna da età delle caverne».

Ritorniamo al suo spettacolo e all’amore secondo Corrado Tedeschi…

«La mia rappresentazione è esattamente all’opposto di Weinstein. Parla dell’amore di un uomo per l’universo femminile. È Corrado o è il protagonista del film di Truffaut? Forse sono la stessa persona, chissà».

Che cosa si dovrà aspettare il pubblico marignanese?

«Il pubblico con me vivrà una serata magica, parlando d’amore. Come dice Pirandello: ‘Giocheremo a fare sul serio….’, divertendoci e commuovendoci tutti insieme».

Nicola Luccarelli

Ultimi Articoli

Scroll Up