Home > Cultura e Spettacoli > Così Bimbobell fa ridere e ballare i bambini di oggi

Così Bimbobell fa ridere e ballare i bambini di oggi

Un personaggio che fa ridere e ballare i bambini di tutta Italia. Chi è? Semplicemente Bimbobell. Il cesenate Marcello Turroni, oggi 48 anni,  diventa Bimbobell in una radio privata romagnola, Radio Gamma, agli inizi degli anni ’90, per poi uscire dagli studi radiofonici e allestire uno spettacolo completo che oggi anima feste di piazza e non solo.

Con il suo show ha partecipato numerosi eventi di prestigio, fra cui il Motor Show e lo Zecchino d’Oro di Bologna, una tappa romagnola del Giro d’Italia, il Carnevale dei Bambini con La Melevisione a Falconara Marittima, diversi spettacoli in giro per l’Italia insieme a Cristina d’Avena. Nella sua lunga carriera radiofonica ha duettato e conquistato vari personaggi, da Lucio Dalla a Max Pezzali, da Antonella Clerici a Gianni Morandi, passando per Carlo Conti, Ambra Angiolini, Fiorella Mannoia e Samuele Bersani. A settembre 2015, Bimbobell ha partecipato alla trasmissione Tù Sì Que Vales su Canale 5 coinvolgendo i giudici Maria De Filippi, Rudy Zerbi, Gerry Scotti, Mara Venier e i presentatori Belen Rodriguez e Francesco Sole. A febbraio 2018, invece, ha partecipato alla trasmissione Ballando on the Road, su Rai 1, con Milly Carlucci, i giudici e i maestri di Ballando con le Stelle. Ma qual è il segreto del suo successo? Lo abbiamo chiesto proprio a lui.

Marcello Turroni nei panni di Bimbobell

Turroni, quando è nato esattamente Bimbobell?

«A dicembre del 1989, su Radio Gamma. Il nome Bimbobell deriva dalla canzona natalizia Jingle Bell».

Quali caratteristiche bisogna possedere per essere considerato un bravo animatore per bambini?

«Sono convinto che un bravo animatore si debba soprattutto divertire, al contrario i bambini se ne accorgerebbero e lo spettacolo non sarebbe così coinvolgente. Penso che oggi i bambini siano più reattivi, perché sollecitati da vari stimoli esterni. Al di là di questo, il mio spettacolo coinvolge il pubblico in un divertimento sano e spontaneo adatto a tutte le età».

Quanti spettacoli mette in scena ogni anno?

«Sono circa 100 show all’anno, con un pubblico presente che varia dalle 250 persone alle 3000 a serata e un coinvolgimento di oltre 30 mila bambini».

Scrive e canta anche canzoni per bambini, vero?

«Esatto. Le mie canzoni sono raccolte in alcuni cd e vengono distribuite anche su piattaforme digitali, dove spesso scalano la Top 10 dei brani per bambini più venduti come la canzone Danza per la panza».

Porta avanti anche collaborazioni con associazioni del territorio o straniere?

«Sì, ultimamente ho avviato una collaborazione con una società inglese che opera nel settore dell’ E – Learning, grazie alla quale è nato il progetto “Bimboplay”, che ha come obiettivo la formazione infantile attraverso nuovi metodi educativi».

Ha partecipato anche a molti programmi televisivi. Che esperienze sono state?

«Beh, sono esperienze davvero belle e formative sia da un punto di vista artistico ma anche umano. Sono sempre stato accolto molto bene e questo mi ha lasciato un piacevole ricordo di tutte le trasmissioni a cui ho partecipato».

E adesso la domanda clou: come mai, secondo lei, è ancora sulla cresta dell’onda dopo tutti questi anni?

«Mi sono posto molte volte questa domanda e credo che la risposta sia che è molto bello divertirsi insieme, nonni, genitori, bambini e Bimbobell è un perfetto collante».

Per ulteriori info: www.bimbobell.it

Nicola Luccarelli

Ultimi Articoli

Scroll Up