Home > Intervista > “Così salveremo il calcio a Santarcangelo”

“Così salveremo il calcio a Santarcangelo”

Dopo le recenti vicissitudini del Santarcangelo Calcio 1926, tutto sembrava essere finito.
Ma, i romagnoli si sa non si abbattono e men che meno alcuni santarcangiolesi che, con grande tenacia e forza di volontà, sono riusciti a non fare scomparire il calcio in questa città, partendo proprio dalle basi, ovvero dal settore giovanile. Ed è proprio per questo motivo che è nata F.C Young Santarcangelo. Il presidente di questa nuova realtà è Nelson Nicolini, 56 anni, che nella vita gestisce una società di servizi sanitari, si occupa principalmente di medicina dello sport e medicina del lavoro. L’idea di questa nuova società però è arrivata da un’altra persona, come racconta lo stesso Nicolini.

Nelson Nicolini

Presidente, a Santarcangelo il calcio non è sparito quindi? 

«Il calcio non può sparire, il calcio è aggregazione, condivisione, emozione. F.C. Young Santarcangelo ha questa funzione e si pone l’obiettivo di diventare una comunità del pallone, coinvolgendo famiglie, appassionati ed imprenditori del territorio. Nei prossimi giorni verrà presentato il progetto nel corso di una conferenza stampa, durante la quale verranno annunciate le iniziative che abbiamo in cantiere sia a livello societario che a livello sportivo».

Chi è stato a volere questa società sportiva?

«Questo progetto nasce dalla ferrea volontà di Andrea Boldrini, a lui si deve anche la denominazione della società: Young e Santarcangelo che sono le pietre miliari della mission societaria, giovani e territorio. Ci siamo posti degli obiettivi ben precisi, sicuramente nel medio termine, abbiamo l’ambizione di essere presenti in tutte le categorie giovanili e non solo».

Quale fasce di età saranno coinvolte in questo progetto?

«In questa primissima fase, le tempistiche non ci consentono di fare diversamente, e la nostra proposta sarà dedicata ai ragazzi nati dal 2007 fino al 2014».

Quante figure fanno parte dello staff?

«Attualmente la struttura societaria è composta da me, il vicepresidente Matteo Fontana, l’amministratore delegato Andrea Boldrini e il responsabile tecnico, Gabriele Farotti.  I nostri istruttori sono: Gabriele Farotti per i gruppi 2007/2008 e 2009/2010, Michele Andruccioli per i gruppi 2011/2012 e 2013/2014, inoltre ci avvaliamo della consulenza tecnica esterna di Glauco Mugnaroli».

Quando inizierete la stagione?

«Lunedì 2 settembre, con il gruppo 2007/2008, in seguito il 9 settembre con i 2009/2010. Al momento, pur non avendo ancora aperto ufficialmente le iscrizioni, possiamo contare su circa 40 ragazzi, in attesa di effettuare l’open day per i 2011/2012 e 2013/2014, che inizieranno ufficialmente l’attività il 16 settembre. Ci eravamo posti l’obiettivo di 50 ragazzi in questo primo anno, direi che ci siamo».

Quali obiettivi vorreste raggiungere?

«Semplice! Avere sempre ragazzi della nostra “cantera” da inserire in prima squadra.  Per raggiungerlo, però, sarà necessario avere infrastrutture adeguate, strutturare la società con persone che hanno dimostrato capacità gestionali e che sia solida e radicata nel territorio, investire sui migliori istruttori che siano in grado di trasmettere, oltre alle loro competenze e conoscenze tecniche, anche valori quali senso di appartenenza, etica e cultura del lavoro. Siamo ambiziosi, a Santarcangelo il calcio è vivo e tornerà a far battere forte il vecchio Cuore Gialloblu».

Nicola Luccarelli

Scroll Up