Home > Ultima ora sport > Crabs, passo indietro che non ci voleva e ora Lugo

Crabs, passo indietro che non ci voleva e ora Lugo

Siamo ritornati indietro. È bastato alzare un po’ la testa e subito ci siamo beccati la doccia fredda.

Che fosse una partita da basso punteggio si è visto fin dall’inizio e noi ce l’abbiamo scritto in fronte che le perdiamo tutte segnando poco. Giusto per rinfrescare la memoria 1 (UNA) su 134 negli ultimi cinque anni.

In ogni caso i primi 19 minuti sono stati tutti di marca NTS CRABS con un vantaggio di +7, però mangiato in appena 90 secondi. Poi lo sappiamo da soli che se dai fiducia all’avversaria quella se la prende e se la tiene e quando ti abbandona a -10 per 2 minuti pieni e non dai segno di vita c’è qualcosa che non va. Non tutto male poi, visto che i tentativi significativi ed efficaci di rientro sono stai ben tre ed a meno di 2 minuti dalla fine potevamo mettere la freccia e sorpassare, ma le polveri bagnate di Signorini e compagnia hanno avuto torto.

Appena il 33% da 2 punti ed il 29% da 3 punti con il terzo peggior punteggio totale della stagione sono una miseria, specialmente se vai a vedere che hai dominato ai rimbalzi e così la sensazione di averla persa da soli si fa più concreta, ma non c’eravamo a vederla quindi non si può dire.

Ora l’ottavo posto è scappato a 4 punti insieme alla , ma una consolazione c’è: abbiamo salvato il doppio confronto (+1) grazie all’ultima tripla di capitan Busetto. Abbiamo il doppio confronto a favore anche con Lecco e non conterà visto che sono molto lontani, ma se permane un equilibrio così i doppi confronti saranno fondamentali. Sempre che si vinca naturalmente.

Per capire dove siamo e dove andremo basta aspettare domenica quando ospiteremo Lugo che per fortuna ha perso, così come Bernareggio, Desio e Forlì: Lugo è comunque una delle più in forma (perché lo dice Simone Brugè) e segna 82,2 punti, ma concedendone 80,3 agli avversari. Tirano col 49% da due punti ed il 35% da tre punti oltre al 68% ai tiri liberi. Catturano 38,3 rimbalzi di media di cui 10,5 in attacco, il saldo perse/recuperate vale 16,3/8,8 con 15,6 assist serviti disponendo di 5 giocatori capaci di produrre da 8,3 a 14,6 punti di media a partita con una rotazione di almeno 9 di essi.

Noi siamo lontani, a quota 70,8, ma con 73,6 subiti dati dal 50% da 2 punti ed un 32% da 3 punti oltre al 71% ai tiri liberi. 36,3 rimbalzi di cui 9,1 in attacco e 14,6/5,3 nel saldo perse/recuperate con 14 assist. Cinque in doppia cifra: Signorini, Myers, Busetto, Caroli e Foiera. Poi Tiberti, Toniato e Sipala non troppo lontano. Auguriamoci che nelle prossime uscite si concretizzi quella lucidità esterna che porterà a casa il risultato pieno.

Senza poterla vedere bicchiere “mezzo” e tutto “amaro” per essere stati quasi sempre in partita. Individualmente hanno prodotto questo risultato statistico:

#5 Luca Galassi: Non entrato.

#6 Giacomo Signorini: 15:44 minuti in campo per 2 punti ottenuti con 1/4 da 2 punti e 0/3 da 3 punti e senza tiri liberi. Chiude con 3 rimbalzi e 1 persa. Valutazione Lega -2. Polveri bagnate e ritorno alle origini?

#7 Matteo Dolzan: Non entrato.

#8 Luca Toniato: 33:02 minuti in campo, nessuno più di lui nella “sua” Padova per 8 punti ottenuti con 2/5 da 2 punti e 0/2 da 3 punti oltre a 4/6 ai tiri liberi. Chiude con 5 rimbalzi, 2 stoppate subite, 3 recuperi e 2 assist. Valutazione Lega 10 peggiorano le medie al tiro ed aumentano le certezze.

#9 Andrea Tartaglia: 11:36 minuti in campo per 2 punti con 1/2 da2 punti e 0/1 da 3 punti, Senza tiri liberi, cattura 2 rimbalzi ed 1 persa. Valutazione Lega 0, prosegue a dare di più, ma deve fare in fretta.

#10 Joel Myers: 19:30 minuti in campo per 8 punti con 1/3 da 2 punti e 2/4 da 3 punti senza tiri liberi e 2 rimbalzi. Chiude con 2 persa e 4 assist. Valutazione Lega 9. Forse uno dei migliori al tiro.

#11 Paolo Busetto: 32:32 minuti in campo per 11 punti con 2/8 da 2 punti e 2/6 da 3 punti oltre ad 1/2 ai tiri liberi. Cattura 6 rimbalzi, rifila 1 stoppata, poi 3 perse, 1 recupero e 3 assist. Valutazione Lega 9. Unico in doppia cifra ma con medie rivedibili.

#12 Andrea Sipala: 29:13 minuti in campo per 9 punti con 1/4 da 2 punti ed 1/1 da 3 punti, oltre a 4/5 ai tiri liberi, subendo 7 falli. Cattura 4 rimbalzi, 1 persa e serve 1 assist. Valutazione Lega 13. Bella prestazione, ma con medie al tiro da ritoccare.

#13 Edoardo Tiberti: 12:24 minuti in campo per 2 punti con 1/2 da 2 punti senza tentativi da 3 punti né tiri liberi. 4 rimbalzi, 1 stoppata data, 1 persa e 1 recupero. Valutazione Lega 4. Troppo poco, non ci siamo.

#14 Nicolò Moffa: Non entrato.

#15 Matteo Caroli: 18:43 minuti in campo per 7 punti con 1/5 da 2 punti e 1/4 da 3 punti oltre a 2/2 ai tiri liberi. 6 rimbalzi, 1 stoppata subita e 2 assist. Valutazione Lega 9. Bene in difesa, ma in attacco lasciamo stare.

#16 Francesco Foiera: 27:16 minuti in campo per 9 punti con 3/7 da 2 punti e 1/3 da 3 punti senza tiri liberi. Cattura 8 rimbalzi, con 1 persa e 2 recuperi. Valutazione Lega 14. Lo “zio” Charlie è tornato e meritava un premio migliore.

Andrea Maghelli (Galli, Brugé): il differenziale nella valutazione Lega è a favore di Rimini, può sembrare strano ma è così, giusto per peggiorare le cose e masticare più amaro. Tirando così male non c’è niente fare, si perde. Merito di Padova o demerito nostro? Un’ulteriore battuta d’arresto che non ci voleva proprio, oltre a ritrovare la condizione occorre ritrovare la fiducia di due settimane fa.

Daniele Bacchi

Scroll Up