Home > Ultima ora economia e lavoro > Crisi del settore ittico in Emilia-Romagna, necessario intervenire rapidamente

Crisi del settore ittico in Emilia-Romagna, necessario intervenire rapidamente

Intervenire rapidamente in aiuto del settore pesca, che in Emilia-Romagna sta attraversando un momento di grande difficoltà a causa dei rincari del gasolio, dovuti alla congiuntura internazionale e alla situazione che si è creata in seguito alla guerra in Ucraina.

L’assessore regionale alla Pesca, Alessio Mammi, informato della situazione anche dalle professionali cooperative della pesca, ha scritto al ministro per le Politiche Agricole e Alimentari, Stefano Patuanelli, chiedendo che le disposizioni tempestive attivate dal Consiglio dei Ministri possano trovare esecuzione a breve, in particolare per il rapido utilizzo del credito d’imposta, previsto dall’articolo 18 del DL 21 del 21 marzo 2022, oltre a un’eventuale proroga del contributo anche al secondo trimestre 2022.

Sarebbe inoltre importante, ha sottolineato l’assessore, che alle imprese della pesca venisse sospeso il pagamento dei mutui in questa fase così eccezionale e che fossero riconosciuti indennizzi dovuti al momento di crisi, così come è avvenuto durante il complesso periodo pandemico. “È evidente– ha evidenziato- che le imprese soffrano pesantemente in questa fase la mancata liquidità, necessaria per continuare ogni giorno a uscire in mare e veder garantito reddito e posti di lavoro alle famiglie, per quella tradizione d’impresa del nostro territorio regionale e dell’intero Paese che è la piccola pesca artigianale”. 

Ultimi Articoli

Scroll Up