Home > Cronaca > Danneggia l’Arco D’Augusto per affiggere striscione per legalizzare la cannabis

Danneggia l’Arco D’Augusto per affiggere striscione per legalizzare la cannabis

Di questi tempi di striscioni se ne vedono abbastanza e per la gran parte i messaggi che veicolano, specie in queste ore, rappresentano il malcontento di molte categorie economiche verso le restrizioni imposte dal governo con il dpcm entrato in vigore ieri e fioccano nella manifestazioni più o meno pacifiche di piazza che stanno andando in scena in molte città italiane.

A Rimini i primi raduni per protestare sono in programma nei prossimi giorni ma nel frattempo qualcuno ha pensato di indirizzare i propri strali per rinfocolare una battaglia oramai annosa, quella per la legalizzazione della cannabis. E di farlo senza rispetto alcuno issando uno striscione sull’arco d’augusto e piantando alcuni paletti per sorreggerlo. E’ successo questa notte, l’autore è ignoto, ma qualora venisse smascherato rischia di passare guai seri, perchè i paletti piantati nella notte qualche danno, seppure minimo, lo hanno provocato.

“E’ ora di legalizzarla, piantiamola!”, recita lo striscione a chiare lettre. La stessa mano non si è limitata a vandalizzare l’arco d’augusto, perchè con tutta probabilità è la stessa che ha affisso in prossimità e sulle vetrine di alcuni pubblici esercizi alcuni volantini con messaggi simili.

Sul caso indaga la digos anche se sono poche le telecamere di sorveglianza poste nelle vicinanze dell’Arco D’Augusto.

Scroll Up