Home > Politica > E’ deceduto Zeno Zaffagnini “l’ultimo sindaco comunista di Rimini”

E’ deceduto Zeno Zaffagnini “l’ultimo sindaco comunista di Rimini”

E’ deceduto questa notte Zeno Zaffagnini. Fu sindaco di Rimini e dirigente di primo piano del Partito Comunista Italiano.

Era nato a Imola il 4 marzo 1932;  si era iscritto alla FGCI nel 1949 e al PCI nel 1950. Fu inviato dal Comitato Regionale del PCI a Rimini nel marzo 1953 come sostituto del segretario  della FGCI, Giancarlo Zanuccoli, arrestato al termine di una manifestazione contro la Legge Truffe, nel gennaio 1953. Dal quel momento Rimini è diventata la sua città.

Membro del Comitato Federale dal 1954 al 1988, fu poi consigliere provinciale a Forlì e vice-presidente dal 1964 al 1970; segretario della Federazione Comunista riminese dal dicembre 1967 al giugno 1973.

Fu consigliere comunale dal 1961 al 1965 e poi dal 1970 al 1983.

Il 9 luglio 1978 diventa sindaco di Rimini. Succede a Nicola Pagliarani che ricoprì la carica carica di Sindaco dal 27 luglio 1970, salvo un’interruzione fra ’76 e ’77, sino al 1978.

Sarà primo cittadino – anzi, “L’ultimo sindaco comunista di Rimini”, come recita il titolo di uno dei suoi libri autobiografici – fino al 1983.

Ha ricoperto numerosi incarichi nazionali, in particolare come responsabile del settore turismo del Pci e del Pds. Aveva aderito al Partito Democratico.

I funerali mercoledì mattina alle 10.00 presso la Sala del Commiato del cimitero di Rimini

Zeno Zaffagnini con Enrico Berlinguer

 

Fine anni ’70. Francesco Alici e, in piedi, Zeno Zaffagnini

21 ottobre 1973; da sinistra ( …), Veniero Accreman, Zeno Zaffagnini, Sandro Pertini, G.Baldinini

Scroll Up