Home > Cronaca > Di nuovo zone gialle? Ma con metà della popolazione vaccinata i parametri vanno rivisti

Di nuovo zone gialle? Ma con metà della popolazione vaccinata i parametri vanno rivisti

Siamo in una fase cruciale per l’andamento del virus. La diffusione della variante Delta sta mettendo in apprensione numerose Regioni che rischiano con i vecchi parametri di finire in zona gialla. Inutile dire che per il turismo la zona gialla significherebbe un colpo durissmo, peggio della scorsa estate.

A mio parere sarebbe tuttavia un errore trattare l’aumento dei contagi nello stesso modo dell’estate 2020. Vi è una sostanziale novità. E sono le vaccinazioni che vedono coinvolto oltre il 45% della popolazione. Importante è dunque rivedere i parametri che valutano il pericolo del virus, prendendo in considerazione  soprattutto i ricoveri ospedalieri.

Infatti è accertato, come accade in Inghilterra, che a fronte di un numero elevato di contagi i ricoveri rimangono su livelli molto bassi. D’altra parte il lockdown è stato attuato proprio per la saturazione delle terapie intensive e per il numero di morti. Se questi parametri si mantengono sotto la soglia di sicurezza, si può andare avanti con le precauzioni che sono state già in vigore.

Ma vi è un secondo aspetto che va affrontato di petto. Il green pass. Non può essere un lasciapassare buono solo per andare in aereo o all’estero. Non è corretto che non vi sia nessuna differenza tra chi ha fatto i vaccini e chi non li ha fatti, o fra chi è immune perchè ha avuto la malattia e chi corre ancora rischi.

Per queste ragioni ritengo che il green pass debba essere usato sempre più progressivamente. Per certo nelle discoteche (come ha proposto il presidente della regione Bonaccini) ma anche altri luoghi di aggregazione come ristoranti, cinema, teatri o gli stessi alberghi. Si possono scaglionare nel tempo le varie attività, ma mettendo in forte risalto che vaccinarsi è fondamentale per combattere la pandemia.

Il presidente francese Emmanuel Macron in diretta tv a reti unificate ha annunciato l’estensione del green pass per accedere a ristoranti, caffè e trasporti. Nel giro di poche ore si sono prenotati in oltre un milione per fare il vaccino. Un esempio efficace da imitare senza tentennamenti.

Maurizio Melucci

Ultimi Articoli

Scroll Up