Home > Ultima ora Attualità > Diocesi di Rimini: al via la “Settimana Biblica” tra pessimismo, ottimismo e le domande sul senso della vita

Diocesi di Rimini: al via la “Settimana Biblica” tra pessimismo, ottimismo e le domande sul senso della vita

L’appuntamento annuale della Settimana Biblica, giunta alla XXIV edizione, rappresenta per tutta la comunità diocesana riminese (e in particolare catechisti, operatori pastorali, ministri istituiti) la ripresa della vita pastorale dopo i mesi estivi. In questi 24 anni, attraverso le conferenze serali e gli atelier laboratoriali, ha fatto nascere in tante persone la curiosità, l’attenzione e l’amore per i testi biblici aiutando così le comunità della chiesa locale a crescere nella familiarità e nella preghiera con la Scrittura.
L’edizione di quest’anno (26-29 settembre 2022, in Sala Manzoni, via IV Novembre, Rimini, alle ore 21), in sintonia con il percorso sinodale della Chiesa Italiana, è intitolata “Leggere i segni dei tempi. Dalla Sapienza di Qohelet alla sapienza di Gesù”, e intende in prima battuta proporre la riscoperta di un libro antico, il Qohelet, poco conosciuto dai cristiani, ma che contiene domande molto attuali circa il senso della vita e della morte, dell’amore e del dolore, della ricchezza e del piacere; quindi dagli interessanti punti di contatto tra la sapienza di Qohelet e quella di Gesù, offrire alcuni criteri per leggere e affrontare le domande del nostro tempo con la sapienza evangelica.
Le conclusioni saranno a cura del Vescovo di Rimini, mons. Francesco Lambiasi.
“Si intende riscoprire il libro del Qohelet per apprendere l’arte di vivere senza disperazione e senza illusioni, colmando ogni istante di senso … vedere come Gesù si sia confrontato con le stesse domande …” spiega don Gabriele Gozzi, responsabile del Servizio di Apostolato Biblico per la Diocesi di Rimini.

Il taglio che il Servizio di Apostolato Biblico diocesano che organizza la Settimana ha inteso dare a questo importante appuntamento sarà meno esegetico-ermeneutico e più pastorale rispetto ad alcune stagioni passate.

I relatori delle quattro serate sono nomi noti nel cammino catechetico-formativo concreto delle comunità.
Donatella Scaiola, biblista, professoressa alla Facoltà di Missiologia della Pontificia Università Urbaniana, collabora alla Rivista Parole di Vita (di cui è stata anche direttrice) e scrive articoli molto apprezzati per La Rivista del Clero; Marcello Neri, teologo e professore universitario statale; Luca Mazzinghi, presbitero della diocesi di Firenze, priore di Bivigliano, biblista e profondo conoscitore dei libri sapienziali; Ludwig Monti, insegnante di religione e biblista che collabora alle riviste «Parola», «Spirito e Vita», «Ricerche storico bibliche», «Rivista Biblica», «Rivista del Clero» e «Rivista Liturgica».

Oltre alle conferenze serali, la Settimana Biblica è caratterizzata da due atelier, in cui si offrono esperienze di pastorale biblica (Atelier poetico, Bibliodramma,) e si consegnano alcuni strumenti per approfondirne i presupposti teorici e riproporle nei propri ambiti di servizio.
Bibliodramma, ossia una metodologia attiva che favorisce l’incontro profondo tra la Parola di Dio e la vita concreta di ogni persona. Già diversi di voi si sono accostati a questa proposta, ricavandone grande beneficio personale e per il proprio servizio. Perché non proporlo ad altri o intraprenderlo in prima persona, se non l’abbiamo mai fatto.
Atelier Poetico, una novità dell’ultima edizione, che abbiamo voluto riproporre anche quest’anno. Ascoltando le risonanze poetiche di Ardea Montebelli ci si interrogherà insieme sull’attuale condizione umana, sulla capacità di accettare i limiti nostri e altrui, sulla disponibilità a lasciarci sedurre da Dio. Impariamo come il linguaggio poetico può aiutarci a cogliere gli insegnamenti profondi del testo biblico.

Anche quest’anno, le 4 conferenze serali saranno “in presenza”, proprio per favorire l’incontro tra le persone e il senso di comunità diocesana. Saranno comunque trasmesse in differita nei giorni successivi su IcaroTv e caricate sul canale Youtube Icaroplay in modo da essere sempre “recuperabili” per occasioni formative.

Dal momento che la Sala Manzoni, dopo i lavori di adeguamento alle norme di sicurezza, ha una capienza di 300 posti è raccomandabile prenotare la propria presenza alle diverse serate. La prenotazione si effettua presso l’Ufficio Catechistico (0541.1835105) o inviando una mail a: apostolatobiblico@diocesi.rimini.it

Per ogni informazione vedere il sito: www.settimanabiblica.it

Ultimi Articoli

Scroll Up