Home > Ultima ora cronaca > Divieti coronavirus, sammarinese denunciato a San Leo: “Ho fatto la spesa, prodotti migliori”

Divieti coronavirus, sammarinese denunciato a San Leo: “Ho fatto la spesa, prodotti migliori”

Ne devono ascoltare di storie incredibili in questi giorni, gli operatori delle forze dell’ordine impegnati giorno e otte per fare rispettare i divieti imposti dall’emergenza coronavirus. Le ultime arrivano dalla Valmarecchia, dove i Carabinieri della Compagnia di Novafeltria ieri hanno denunciato altre due persone.

Ieri a San Leo i militari hanno controllato un uomo di 55 anni mentre usciva da un negozio di alimentari, Aveva fatto sì la spesa, come dichiarato e come consentito. Se non che proveniva dalla Repubblica di San Marino, dalla quale nemmeno sarebbe dovuto uscire. Alla domanda del perché, le risposte sono state sconsolanti: “Mi viene più comodo e poi qui i prodotti sono migliori”.

Altro episodio sconcertante a Poggio Torrriana. Fermato da una pattuglia sulla provinciale 14, un 70enne abitante a Sant’Agata Feltria, ha dichiarato come giustificazione di essere abituato da sempre ad andare a fare acquisiti al mercato settimanale di Santarcangelo. E al militare che gli faceva osservare come tutti i mercati ambulanti siano stati chiusi, mentre quelli di alimentari non avrebbe avuto problemi a trovarne nel suo comune di residenza, l’uomo ha replicato: “Volevo vedere di persona se era vero”.

Le denunce per questo tipo di comportamento stanno, è vero diminuendo. Ma dopo tutto questi giorni di appelli per stare a casa, se non altro per rispetto a chi negli ospedali sta letteralmente combattendo per la vita e per la morte, è anche amaro constatare che non solo qualcuno insiste a voler fare di testa sua, ma che nemmeno uno dei denunciati finora abbia chiesto almeno scusa. Sembra incredibile, ma proprio questo risulta da tutte le strampalate dichiarazioni raccolte in questo tragico periodo dalle forze dell’ordine.

 

Ultimi Articoli

Scroll Up