Home > Cronaca > Dogane nel centro di Rimini, il direttore incontra Gnassi e tiene duro

Dogane nel centro di Rimini, il direttore incontra Gnassi e tiene duro

Il dirigente interregionale delle dogane, Sergio Ciardiello, non demorde. Giovedì ha incontrato nel Comune di Rimini il Sindaco Andrea Gnassi e l’assessore Gianluca Brasini, ribadendo le sue tesi: le dogane vanno spostate dal Caar di San Vito a via Melozzo da Forlì, nel centro della città di Rimini.

Un incontro, come si dice in queste occasioni, interlocutorio. Il direttore delle dogane ha ribadito i motivi che hanno portato a predisporre un piano di trasferimento della dogana. In particolare:

  • Contenimento della spesa pubblica. In base alle norme di riduzione della spesa pubblica, le pubbliche amministrazioni debbono trovare le soluzioni meno costose per l’erario. Per questa ragione – si scrive nella email – è stata individuata la sede dell’Inail di via Melozzo da Forlì. Infatti l’Inail avrebbe spazi inutilizzati che potrebbero essere utilizzati dall’Agenzie delle Dogane.
  • In secondo luogo secondo l’Agenzia delle Dogane il traffico di tir sarebbe molto ridotto (non oltre 50/60 all’anno) e tale da non giustificare un servizio di piazzale come quello attuale.

Per queste ragioni il trasferimento si configurerebbe come un vero e proprio “spacchettamento”: da una parte gli uffici doganali in via Melozzo da Forlì e dall’altra il piazzale dei tir per lo sdoganamento in un’area nei pressi del casello di Rimini Sud.

L’amministrazione comunale da parte sua ha fatto notare:

  • Rimini Nord è l’area su cui l’amministrazione Comunale ha investito negli per farla diventare polo della logistica. Un polo di eccellenza a livello romagnolo che vede la presenza del Caar, dei Cash&Carri privati e di spedizionieri. Il trasferimento delle dogane creerebbe un disservizio notevole per l’utenza e per gli spedizionieri.
  • Il Caar è una SpA pubblica e pertanto si potrebbe motivare il mantenimento nella sede attuale anche con questo argomento.

Il Direttore dell’Agenzia ha preso tempo per una decisione finale.
Si vedrà nelle prossime settimane.

Ultimi Articoli

Scroll Up